A- A+
Politica
Kyenge (Pd): "Attenzione ai fascisti del terzo millennio"


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)


"Sanzionare quei partiti o quei gruppi politici o non politici che si fanno portavoce di discorsi che contengono un contenuto razzista o fascista. Esiste la Legge Mancino, che per prima cosa va applicata ma che va anche rafforzata. La mia impressione è che non c'è la consapevolezza che esiste in Italia una norma che regola il vivere civile". Lo afferma ad Affaritaliani.it l'europarlamentare del Pd Cecile Kyenge, all'indomani della manifestazione a Roma della Lega di Salvini con CasaPound.

"La Legge Mancino prevede già delle sanzioni, che, ripeto, vanno rafforzate. Le persone così come i partiti che violano la legge andrebbero sanzionati economicamente con una multa da versare allo Stato. Il carcere è una misura estrema, che tuttavia può essere presa in considerazione quando l’istigazione all’odio scatena episodi di violenza. Oggi il tema del rispetto della convivenza civile è talmente sottovalutato che in sordina stanno tornando a far parlare se i fascisti del terzo millennio".

L'ex ministro dell'Integrazione aggiunge: "Credo che tra le sanzioni per i partiti o i gruppi politici, nel caso di gravi e reiterate violazioni, ci debba essere anche la messa al bando dalle liste elettorali. La situazione è grave e non tocca a me dire come agire, dipende dal contenuto di ciò che affermano. Ma un partito politico che non rispetti le regole del gioco e le regole del vivere civile, deve sapere che c’è il rischio che salti un turno elettorale. Occorre tracciare una linea rossa aldilà della quale non si può andare".

"Questo discorso - spiega la Kyenge - non riguarda solo la Lega ma in generale tutti i partiti, è trasversale. Insieme dobbiamo riaffermare i valori della società, valori oggi sempre più a rischio. Valori che ripudiano razzismo, fascismo e violenza".

"Chi discrimina in qualunque modo, deve essere allontanato dalle istituzioni e dalla società. Questo è sempre stato il mio impegno e la mia battaglia, che non riguarda la mia persona, ma la società tutta. Ho seguito da vicino, in qualità di parte civile o semplicemente di parte offesa, i processi di molte persone che occupano una posizione nelle istituzioni. Tantissimi appartengono alla Lega. Non sono stati accusati di aver leso la mia dignità personale, ma di aver rotto l’equilibrio su cui si regge il vivere civile. Con Calderoli non mi fermerò, a costo di arrivare fino alla Corte europea dei Diritti dell’uomo. Credo che il Senato avrà la forza di dire basta, concedendo l'autorizzazione a procedere. È un passo importante perché rafforzerebbe l’efficacia della legge Mancino", conclude l'eurodeputato del Pd.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
kyenge
in evidenza
CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

Corporate - Il giornale delle imprese

CDP, ospitato FiCS a Roma
Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


casa, immobiliare
motori
Renault e Mathieu Lehanneur presentano il concept-car della mitica R4

Renault e Mathieu Lehanneur presentano il concept-car della mitica R4


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.