A- A+
Politica

Di Ernesto Vergani

Lo scrittore Erri De Luca è stato assolto dal Tribunale di Torino dall’accusa di “istigazione al sabotaggio” della Tav, la linea ferroviaria ad alta velocità Torino-Lione, che si inserisce nel più ampio corridoio 5 Lisbona-Kiev. Prima che i giudici si ritirassero in Camera di consiglio, De Luca ha dichiarato che la Torino-Lione va “ostacolata, impedita e intralciata, quindi sabotata per legittima difesa della salute, del suolo dell’acqua e dell’aria”.

Nessuno augurerebbe a chiunque di subire una pena di otto anni di carcere per una dichiarazione che sembrerebbe per così dire metaforica. Ciò a maggior ragione per il rispetto della storia personale e il cursus honorum di un intellettuale quale Erri De Luca. Dunque, tutto è bene ciò che finisce bene. Cionondimeno l’auspicio è che si eviti di far confusione nell’opinione pubblica. Si ricordi che la democrazia prevede sì la libertà di espressione, ma anche l’osservanza delle leggi.

E la Tav è stata voluta sia a livello europeo che italiano da governi e da parlamenti democraticamente eletti. La democrazia prevede sì la libertà di protestare, ma pacificamente (e lealmente). Si protesta a volto scoperto, con coraggio, responsabili dei propri diritti e di quelli degli altri. Per questo i soggetti della corrente minoritaria del movimento No Tav che in Val di Susa attaccano a volto coperto i cantieri possono essere definiti vigliacchi (senza timore di offendere qualcuno, proprio perché per così dire non individui democratici che non si fanno neppure riconoscere). Ernesto Vergani

Tags:
verganierri de luca
in evidenza
Iodio, non solo nell'aria di mare Come alimentarsi correttamente

La ricerca sfata i luoghi comuni

Iodio, non solo nell'aria di mare
Come alimentarsi correttamente

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Citroen protagonista alle “giornate europee del patrimonio”

Citroen protagonista alle “giornate europee del patrimonio”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.