A- A+
Politica

Caro lettore di Affaritaliani,

 

matteo salvini 500

visto che fa caldo ti faccio una domanda secca: in questi anni l’Europa ti ha semplificato o complicato la vita? Hai più o meno diritti? Ti ha lasciato più o meno soldi in Banca? Se inizi ad arrabbiarti stai tranquillo, non capita solo a te. Conoscendo la bestia europea dall’interno infatti, lavorandoci e combattendola, sono sempre più convinto che a Bruxelles si stia organizzando il “Quarto Reich”: un nuovo regime più silenzioso e incravattato, quindi molto più pericoloso. Ci vogliono ridurre a numeri, a merce, a consumatori di prodotti (e valori) pensati e creati altrove. Se hai due minuti ti faccio alcuni esempi molto concreti. Il lavoro innanzitutto, che questa Unione Europea sta massacrando. Il lavoro degli agricoltori e dei pescatori italiani, massacrato da accordi folli come quello col Marocco : frontiere aperte a frutta e verdura nordafricane, a basso costo e di bassa qualità, con tanti saluti alla nostra produzione. Libera circolazione per tutte le professioni senza badare a requisiti, studi ed esperienza: ne sanno qualcosa i nostri camionisti, gli infermieri, i maestri di sci o le guide turistiche, competizione impossibile con colleghi a bassa professionalità e basso costo. L’unica legge che conta in Europa é la legge del mercato e del profitto. Quindi si mettono all’asta spiagge, stabilimenti balneari, mercati ambulanti, e tutto quello che può produrre denaro, e chi se ne frega se vanno in fumo gli investimenti e il futuro di migliaia di nostre famiglie. Dall’Europa nessuna protezione delle nostre eccellenze, dei marchi storici, del “made in Italy”: hanno detto no all’etichettatura obbligatoria della carne bovina (e chi se ne frega della nostra salute), hanno detto no alla protezione del nostro olio di oliva o del nostro parmigiano reggiano, truffaldinamente copiati in tutto il mondo.

L’Europa poi ci impone, col folle sistema delle quote, di tenere chiuse nelle nostre stalle migliaia di vacche e, contemporaneamente, di importare la metà del latte che beviamo da paesi stranieri. Ma vi pare normale non poter bere latte bresciano per dare ai nostri figli magari latte in polvere che arriva dalla Germania? L’Europa poi ha pensato bene di vietare di mettere un limite ai subappalti nei lavori pubblici (come proposto dalla Lega Nord) sempre nel nome del “libero mercato” e intanto le mafie ringraziano. L’Europa con i suoi assurdi Regolamenti fa perdere due giorni alla settimana in burocrazia e scartoffie ai nostri agricoltori. L’Europa fa accordi sull’importazione delle automobili con la Corea del Sud, e tanti saluti ai nostri marchi storici e a chi ci lavora. L’Europa ha tolto i dazi sui prodotti tessili del Pakistan, dove la gente lavora per pochi dollari al mese, e anche per questo le nostre aziende chiudono. L’Europa ha tolto i dazi sul riso prodotto in Birmania, dove sul lavoro vengono sfruttati anche i bambini, e le nostre aziende risicole tremano. L’Europa ha messo solo ora un timido dazio sui pannelli fotovoltaici prodotti in Cina, peccato che nel frattempo questi pannelli abbiano invaso e distrutto il mercato italiano. In Europa qualcuno vuole aprire le nostre frontiere, senza alcun vincolo, a tutti i prodotti americani, ogm e carni agli ormoni compresi. Questa Europa ha tolto agli alimenti per i malati di celiachia la qualifica di “prodotti a fini medici speciali” per aprire il mercato dei prodotti senza glutine alle multinazionali, e chi se ne frega della salute dei celiaci.

L’Europa lascia che chiudano delle aziende in salute (Nokia, Husqvarna, Indesit) nel nome di un libero mercato che fa comodo solo ai tedeschi e ai loro vassalli. L’Europa mantiene ben due Parlamenti, uno a Bruxelles e uno a Strasburgo, una follia che costa ai cittadini europei 400 milioni di euro all’anno in più. Quest’Europa ci obbliga ad accogliere, coccolare e mantenere clandestini, rom, pseudorifugiati e umanità varia, tanto a pagare sono sempre i soliti fessi. Non vado avanti, anche se potrei, perché rischio di stufarti. Posso solo dirti che come leghista ho combattuto (e combatterò !) una per una tutte queste vergogne, sia a Bruxelles che nelle sue ricadute romane. Ma ormai per vincere questa battaglia non basta più la Politica, occorre un risveglio e un sostegno popolare. Ci vuole il coraggio di denunciare che questa Europa non è la Soluzione ma il Problema. Questa Europa è serva e strumento della finanza e delle multinazionali, che vogliono annientare identità, tradizioni, professioni e autonomie. Questo “Quarto Reich” non vuole persone e cittadini ma numeri e consumatori con un pensiero unico, un mercato unico, una moneta unica. In tanti fortunatamente in giro per l’Europa hanno capito il rischio e si stanno organizzando: vuoi essere anche tu dei nostri?

Iscriviti alla newsletter
Tags:
bruxellessalvinieuropa
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Toyota svela la nuova Yaris GR SPORT

Toyota svela la nuova Yaris GR SPORT


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.