A- A+
Politica

L'ex tesoriere della Lega Nord al Senato, Piergiorgio Stiffoni, ha patteggiato una condanna a due anni e mezzo di reclusione per il reato di peculato per essersi appropriato dei fondi destinati al partito. Il giudice Cinzia Parasporo ha riconosciuto a Stiffoni le attenuanti per aver restituito le somme da lui addebitate. Stando all'accusa, l'ex tesoriere si sarebbe appropriato di fondi destinati al partito, come rimborsi elettorali, per poco meno di un milione di euro tra il 2008 e il 2009, forte del fatto che sul conto corrente del gruppo c'era la sua firma. "L'ammissione di responsabilita' del senatore Stiffoni - hanno spiegato i suoi difensori - gli avvocati Agostino D'Antuoni e Francesca Pello' - attiene unicamente alle modalita' di gestione delle somme della tesoreria del gruppo parlamentare. Il senatore non si e' appropriato di alcuna somma ma ha replicato un metodo di amministrazione sulla base delle precedenti gestioni delle altre legislature. Nel corso dell'interrogatorio reso al pm, Stiffoni ha fornito importanti elementi sull'uso del denaro pubblico che integrano precise fattispecie di reato a carico di altri parlamentari. Confidiamo nell'azione di indagine della magistratura perche' possano emergere tutte le responsabilita'".

Tags:
legastiffonitesoriere
in evidenza
"Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani

Affari al Festival dell'Economia

"Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Arriva in Italia nuova Kia Niro, silenziosa ed ecologica

Arriva in Italia nuova Kia Niro, silenziosa ed ecologica


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.