A- A+
Politica
Milena Gabanelli

Grillo e Casaleggio non possono fare i soldi sul blog del Movimento. All'indomani della puntata di Report, 'Il transatlantico delle nebbie', la base del Movimento 5 Stelle si interroga sulla leicita' di quanto emerso. Quali sono i conti del Movimento? Perche' non sono online? E poi, se come sembra il blog del movimento e' fonte di arricchimento per Grillo e Casaleggio, questo e' lecito? Le risposte sembrano univoche nel condannare, con toni piu' o meno forti, questa mancanza di trasparenza. "Finalmente si e' smascherata. E' un troll pagata dal Pd!", scrive Francesco Battista sul blog del Movimento Cinque Stelle, con una forte dose di ironia. "Grillo perche' non rispondi alle sue domande?", incalza Battista: "Ha detto che con tre milioni di disoccupati utilizzi il 25% dei consensi per occuparti di scontrini, perche' non la insulti come fai di solito con chi ti tocca anche di striscio? E quando lo ha detto sorrideva sarcasticamente".

Il blog e' aperto e ci si arriva facilmente da qualunque motore di ricerca. Per scrivere e' necessario registrarsi, ma chiunque e' in grado di apprendere quale sia l'orientamento degli attivisti semplicemente leggendone i commenti. "Io dico grazie Milena", scrive ad esempio Claudio Mondini aprendo un lungo dibattito on line: "e' giusto rendicontare alla luce del sole tutto quello che si ricava dal blog o da altre fonti". Daniel sottoscrive: "La trasmissione di ieri della Gabanelli ha sollevato un problema. Personalmente non ci vedo niente di male nel fatto che Casaleggio e Grillo fanno i soldi con le pubblicita' sul blog. Pero' capisco che ci sono altrettante persone che vogliono sapere quanti soldi girano dalle pubblicita' e come vengono investiti. La soluzione sarebbe semplice, come chiede la Gabanelli, basta dirlo, far vedere i conti delle entrate del Blog".

Piu' netto nel suo giudizio appare chi si firma Tregatti (con tanto di foto dei mici sul profilo): "La Casaleggio Associati non puo' fare i soldi con la pubblicita' sul sito del M5S. Quei soldi devono essere del movimento stesso cha ha chiesto ad una ditta di SW (come ce ne sono centinaia in Italia) di curare un portale internet. Punto. Aver stipulato contratti di servizio ad capocchiam (per noi) fra Grillo (dententore del marchio M5S - caso unico in Italia di soggetto privato che detiene il marchio di un partito politico) e' uno dei tanti inciuci del duo. Cosa succederebbe se in un incidente dovesse perire Grillo (tocco ferro per lui)? Il movimento morirebbe con il suo fondatore! Ora come ora mi sa che questo non succederebbe neanche al PDL".

A fronte di chi si schiera con la giornalista, c'e' chi invece ne rileva un suo "tradimento" dopo che proprio i grillini avevano chiesto a Milena Gabanelli di accettare la candidatura al Quirinale. I critici sembrano darsi appuntamento sul Blog di Beppe Grillo e non su quello del Movimento. Lasciano i loro commenti sotto i post piu' recenti, senza curarsi che trattino o meno della puntata di Report. E' qui che si rilevano i toni piu' esasperati, oltre che veri e propri insulti. "Gabanelli ma cosa mi combini?", chiede Corrado Paolini: "Con tutto il rispetto per la trasmissione,credo sia vergognoso che una TV pubblica chieda ad un movimento di cittadini dove trovano i soldi per sostenersi". E qui il rispetto suddetto viene meno: "Sono ca... nostri. Trovo vergognoso le sole indagini sul M5S, la presunzione di trovare a tutti i costi qualcosa di corrotto per infangare il movimento stesso". Maxrocco chiede invece alla Gabanelli "chi ti ha costretto a fare quel servizio su report senza contraddittorio? Diccelo, altrimenti sei anche tu della stessa 'ciruma' di quei giornalisti di m..., pagati e servi dei loro sponsor politici. grazie e per adesso vaff...".

Particolarmente colpito dalla puntata di Report e' stato poi un utente del blog che si firma Ottaviano Augusto che ha lasciato sul blog quasi una decina di commenti: "Non guardero' mai piu' quel porcile di programma". Segue una lunga serie di insulti alla giornalista definita anche "la cassa di risonanza della porcilaia piddina di epifanio ora, e di gargamella ieri....domani di matteuccio. Tele kabul e' cosi, guarda la pagliuzza nell'occhio altrui e non vede la trave nel suo. Dicci un po' dei soldi delle primarie Pd ( sei milioni di euro) dei rimborsi elettorali pd (49 milioni) e delle mazzette di Penati e Mps. Altrimenti non sei credibile, ma solo una sicaria prezzolata a libro paga del piddino". Toni tanto feroci da spingere altri frequentatori del blog a prendere le difese di Gabanelli e sottolineare, quasi all'unisono: "Ci chiede di rendere trasparenti i conti? Bene. Facciamolo!".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
gabanellim5ssoldi
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Per Nissan l'Europa sarà il primo continente per quota percentuale di vendite

Per Nissan l'Europa sarà il primo continente per quota percentuale di vendite


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.