A- A+
Politica
Luxuria: "Silvio mi ha detto sì sulle unioni civili. E sulla cena..."
LEGGI LA PRECEDENTE INTERVISTA DI AFFARI A LUXURIA, DOVE L'EX PRC DICEVA: "SUI DIRITTI GAY MEGLIO SILVIO DI RENZI"

di Lorenzo Lamperti

twitter@LorenzoLamperti

"E' stato un ottimo padrone di casa e io ho raggiunto il mio obiettivo: avere il suo sì sulle unioni civili alla tedesca". Vladimir Luxuria racconta la sua cena ad Arcore con Silvio Berlusconi e Francesca Pascale in un'intervista ad Affaritaliani.it.

Vladimir Luxuria, com'è andata la sua cena da Berlusconi?

E' andata molto bene. Il mio obiettivo non era né scroccare una cena né chiedere un posto dentro Forza Italia, anche perché non avrei nemmeno aspettato un momento in cui Forza Italia non se la passa bene. Se avessi voluto entrare in Forza Italia lo avrei fatto in un altro momento, come fanno tanti, salendo sul carro del vincitore. Ho incontrato Berlusconi per capire se il rinnovamento che vuole fare di Forza Italia prevede un'apertura sui diritti civili, sulla scia di quello che succede anche per altre destre delle democrazie occidentali, penso per esempio all'Inghilterra.

La risposta di Berlusconi?

Io ho fatto una domanda secca sulle unioni civili alla tedesca. Gli ho chiesto se avrebbe votato favorevolmente a una proposta portata avanti da Renzi sul tema. Lui mi ha ascoltato molto attentamento, ha preso appunti sul block notes e ha capito che non si tratta di un capriccio e nemmeno di un tema di destra o di sinistra ma semplicemente di avere un po' di cuore. Bisogna evitare che un bambino, qualora venga a mancare il genitore biologico in una coppia gay, venga sottratto all'altro genitore con il quale è cresciuto. Berlusconi lo ha capito e ha detto di essere d'accordo.

Dentro Forza Italia c'è chi, come Gasparri, sostiene che Berlusconi non debba fare, e non farà, aperture sul tema...

Queste sono opinioni di Gasparri. D'altra parte anche nel Pd c'è chi, come Fioroni, non è d'accordo con Renzi. Io penso che sul tema si voterà in base alla propria coscienza e si possa non essere legati al proprio mandato. 

C'è chi ha storto il naso sulla cena tra lei e Berlusconi...

Per fare una legge servono i voti, non posso fidarmi del voto del Pd, così come non posso fidarmi di quello del M5s, che potrebbe usare qualsiasi scusa per andare contro a un disegno di legge che non voglio vedere naufragare. Posso stare tranquila solo del voto di Sel ma la loro forza è troppo esigua. Andare a chiedere aiuto a Forza Italia non significa berlusconizzarsi. 

In molti ricordano le non proprio felici battute di Berlusconi sui gay...

Eh va beh ma tutti ci hanno preso per il culo, ognuno in maniera diversa. C'è chi faceva le battute e chi ci ha preso in giro promettendo leggi che non sono mai state fatte. 

E di Renzi si fida?

Devo fidarmi per forza. Ha detto che si aprirà il tema dei diritti civili subito dopo la riforma del lavoro e dunque voglio crederci. D'altra parte Renzi e Berlusconi su questo tema sono accomunati da una casa. Nel 2007 tutti e due aderirono al Family Day per protestare contro i Dico della Bindi, che in confronto alle unioni civili alla tedesca erano ben poca cosa. Poi Renzi ci ha ripensato perché nel suo staff ha conosciuto una ragazza lesbica che convive con una donna e ha una bambina. Renzi ha conosciuto questa realtà, che se la mamma biologica venisse a mancare l'altra potrebbe perdere il bimbo e ha capito che le unioni civili sono un'esigenza concreta.

Può diventare lei il garante di un Patto del Nazareno allargato sui diritti civili?

Io non sono nessuno guardi, ho solo ottenuto di poter parlare con Berlusconi grazie alla stima che ho, e ricevo, da Francesca Pascale, nulla di più.

Lei prima ha detto che Berlusconi vuole cambiare Forza Italia. In quale modo vuole cambiarla?

Credo voglia cambiarla nelle persone e anche in alcuni principi. Vuole rendere Forza Italia un partito moderato di centrodestra, ma meno legato a certe chiusure ideologiche e più aperto sui temi dei diritti civili, degli animali e degli anziani.

Senta, tornando alla cena, com'è stato entrare in quello che è considerato il "tempio del bunga bunga"?

Berlusconi è stato molto gentile, molto attento. Mi ha ascoltata e mi ha dato una grande considerazione. Mi ha regalato delle cravatte per mio papà e un foulard di seta floreale. Il menù? Le pennette tricolore non c'erano, ma c'era un'ottima grappa al cioccolato. Per quanto riguarda il bunga bunga non ho visto nessun palo della lap dance. Ero lì semplicemente per una cena e non per altro. Lui mi guardava sempre con grande attenzione e mi ha fatto molti complimenti per la mia intelligenza. Insomma, è stato davvero un ottimo padrone di casa. 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
luxuria
in evidenza
Fine dell'Ue, terremoti, siccità... Nostradamus, le profezie 2022

Che cosa accadrà il prossimo anno

Fine dell'Ue, terremoti, siccità...
Nostradamus, le profezie 2022

i più visti
in vetrina
Meteo, inverno sconvolto dalla Niña. Neve in pianura già a dicembre

Meteo, inverno sconvolto dalla Niña. Neve in pianura già a dicembre


casa, immobiliare
motori
Land Rover Discovery Metropolitan Edition, design e tecnologia

Land Rover Discovery Metropolitan Edition, design e tecnologia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.