A- A+
Politica
M5S, Ruocco contro Di Maio: "Stop all'uomo solo al comando"

"Più che altro è semplicistico". Così Carla Ruocco, presidente della Commissione Finanze della Camera e storico esponente del Movimento 5 Stelle, interpellata da Affaritaliani.it, commenta l'annuncio del ministro degli Esteri Luigi Di Maio ('Basta alleanze con il Partito Democratico' dopo il risultato delle elezioni regionali in Umbria). "Ci sono tante cose da fare. Bisogna cercare di capire quali sono gli obiettivi di breve, medio e lungo termine che sono realizzabili e non ragionare d'impulso", afferma la Ruocco.

Alla luce dei risultati elettorali in Umbria, il governo Conte deve andare avanti? "Non a tutti i costi, adesso c'è la discussione sulla Legge di Bilancio e quindi al momento si deve continuare a portare avanti questa esperienza. Poi vedremo nel 2020 che fare". Il M5S ha preso il 7,41% in Umbria, di chi è la colpa? "Sicuramente non degli elettori, almeno questa volta. Non direi assolutamente", risponde sorridendo la Ruocco. Che alla domanda diretta 'è colpa di Di Maio' risponde? "Certamente non ha premiato la scelta dell'uomo solo al comando".

In un'intervista a Radio 24, poi, la Ruocco ha aggiunto: "Avevo sempre evidenziato la criticità che più funzioni si concentrassero in un'unica persona, ma non era un'osservazione contro una determinata persona bensì sulla modalità di concentrazione ed esecuzione di determinate scelte".

La presidente della Commissione Finanze di Montecitorio chiede esplicitamente un passo indietro di Di Maio in quanto capo politico dei 5 Stelle: dopo la sconfitta in Umbria, dovrebbe fare un passo indietro dalla guida solitaria del Movimento? "Sì, non è edificante dare la colpa agli altri. Bisogna fare autocritica. Di Maio dovrebbe farsi aiutare da un gruppo, bisogna far diventare tutto più collegiale", afferma la deputata M5S a '24Mattino' di Simone Spetia e Maria Latella.

"Bisogna passare immediatamente a una collegialià e a una meritocrazia con criteri di trasparenza nella selezione delle persone interne e di coloro che ricoprono cariche istituzionali. Merito e trasparenza sono indice di garanzia anche rispetto ai nostri valori e alla nostra etica, altrimenti quei valori vanno sbiadendo e gli elettori non ci risconoscono più".

La Ruocco prosegue: "Trasparenza e democrazia vanno messe in primo piano, talvolta le scelte compiute nel Movimento rispecchiavano la volontà di pochissimi anziché essere il frutto di un'assemblea collegiale che manifestasse una chiara poi da mettere in pratica. Sono differenze sostanziali che si riverberano con spaccature e malcontento interno".

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    m5s di maio fronda
    in evidenza
    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    Corporate - Il giornale delle imprese

    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    i più visti
    in vetrina
    Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza

    Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza


    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes, approvato piano al 2026 con investimenti da 60 MLD

    Mercedes, approvato piano al 2026 con investimenti da 60 MLD


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.