A- A+
Politica

"In relazione a quanto riportato da un recente articolo comparso sul quotidiano 'Libero', dove si insinuano illazioni sulla veridicità dei miei titoli accademici, ritengo sia necessario fare un po' di chiarezza", Marta Grande affida al web la sua messa a punto sul caso relativo alla sua laurea. "In nessun luogo - spiega la giovane deputata del Movimento 5 Stelle - ricordo di aver discusso in merito alla validità o meno della mia laurea conseguita in USA, di quanto o come questa possa avere una validità legale nel nostro paese, quantunque si legga il contrario ed alla mistificazione si sia aggiunto un alone di confusione tanto fuorviante quanto inutile. Ho conseguito una laurea "Bechelor of Art" in Alabama, cui si accede dopo aver superato un esame dopo le scuole superiori. Un documento del consolato di Miami attesta a chiare lettere che il titolo ha valenza, cosa del resto ovvia, sul territorio statunitense ed offre la possibilita' di continuare gli studi iscrivendosi ad un master di primo livello (del resto, anche in Italia, vi si accede non prima di aver conseguito una laurea triennale). Percio', in seguito al tanto bistrattato titolo a stelle e strisce, mi sono iscritta al suddetto master in "Studi Europei" presso la "Luiss School of Government"". "Altra cosa - aggiunge - e' il corso (non master, come erroneamente ha riportato certa stampa) che quest'estate ho seguito a Pechino, sempre in studi internazionali". "Attualmente sono iscritta al corso di laurea magistrale in "Relazioni Internazionali" presso l'universita' degli studi "Roma Tre", per il conseguimento della quale - precisa - devo solamente discutere la tesi, cosa che per la verita' avevo preventivato di fare poche settimane prima della mia elezione alla Camera e che per ragionevoli motivi ho dovuto posticipare, mi auguro solo di qualche mese". "Voglio però cogliere questa occasione e concedermi il lusso di fare - riprende la deputata grillina - alcune considerazioni di carattere umano prima ancora che politico, poiche' ne sento la necessita' anche e soprattutto in virtu' del ruolo che sono stata chiamata a ricoprire". "In questi giorni, con tutta me stessa, ho tentato di mantenere un profilo basso, sottraendomi alla gogna mediatica cui sono stata sottoposta. Ho dovuto leggere ed ascoltare di tutto, sfuggendo, come meglio ho potuto, ad un vero e proprio "stalking" - denuncia - da parte di giornalisti (o sedicenti tali), fotografi e cronisti".

CAMERA: GRANDE, PRESIDENTE? CHE CINISMO.LASCIATEMI LAVORARE... "Ho 25 anni, sono una Cittadina, l'elezione alla Camera rappresenta per me gia' un'enorme assunzione di responsabilita'". Marta Grande rompe il silenzio con il quale ha affrontato l'improvvisa notorieta' sin dal suo arrivo sulla scena politica, 'volto' dei Cinque Stelle sin dalla serata delle elezioni. "Quel che voglio ora e' solamente cercare di svolgere il mio ruolo nel migliore dei modi, sperando che mi si lasci lavorare serenamente per il bene del mio Paese e di quanti, e non solo, mi hanno votata", dice in una nota a proposito tanto del caso che ha riguardato i suoi titoli accademici quanto i boatos che la volevano candidata alla presidenza della Camera. Quasi una riedizione del 'modello Pivetti'. "Altri signori, sicuramente non io, fino al giorno di ieri hanno pubblicizzato la mia possibile elezione a presidente della Camera, ne hanno parlato in molti, tra televisioni e giornali, senza che io ne venissi informata", sottolinea la deputata M5S. "Il buon senso, unitamente ai miei piu' cari affetti, mi hanno suggerito di lasciare che il "fuoco" del circuito mediatico si spegnesse naturalmente, come spero e credo avverra'. Questo nobile e prestigioso incarico - rileva - non ha mai rappresentato per me una priorita', sebbene piu' di qualcuno continui, con inaudito cinismo, ad affermare il contrario".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
grandemarta
in evidenza
Hunziker- Trussardi: è finita “Dopo 10 anni ci separiamo”

Spettacoli

Hunziker- Trussardi: è finita
“Dopo 10 anni ci separiamo”

i più visti
in vetrina
Fuga dalla Omicron: gli italiani scelgono Maldive, USA, Dubai, Mauritius e...

Fuga dalla Omicron: gli italiani scelgono Maldive, USA, Dubai, Mauritius e...


casa, immobiliare
motori
Citroën AMI ha ispirato la creatività dello stilista italiano Massimo Alba

Citroën AMI ha ispirato la creatività dello stilista italiano Massimo Alba


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.