A- A+
Politica
Maternità surrogata “crimine universale”. Primo ok alla legge che la vieta
Maternità surrogata

Maternità surrogata, primo via libera

Sì della Commissione Giustizia del Senato al disegno di legge che introduce il reato universale di maternità surrogata. La Commissione ha dato mandato alla relatrice di Fdi, Susanna Campione, a riferire in Aula. Nel corso della seduta di ieri è stato bocciato l'emendamento della Lega che prevedeva una ulteriore stretta.

MATERNITA' SURROGATA: FOTI (FDI), 'REATO UNIVERSALE CONTRO BUSINESS ESECRABILE'

"Con il via libera della commissione Giustizia del Senato al disegno di legge che introduce il reato universale di maternità surrogata, fortemente voluto da Fratelli d'Italia e da Giorgia Meloni, diciamo basta al business esecrabile di commercializzazione del corpo femminile e di bambini. Con questo provvedimento, che era stato già approvato alla Camera, volto ad arginare il turismo procreativo, condanniamo senza indugio alcuno tali pratiche, attraverso cui bambini e donne vengono trattati alla stregua di merci". Lo dichiara Tommaso Foti, capogruppo di Fratelli d'Italia alla Camera. "Sappiamo bene purtroppo il ricorso ad esse sia in vertiginoso aumento, diventando un vero e proprio giro d'affari legale, in tutto il mondo, mentre in Italia questo commercio è fortunatamente bandito. Ed è proprio da qui che è nata l'esigenza, sempre più avvertita in ambito nazionale ed internazionale, di condannare la diffusione di tali riprovevoli pratiche. Il provvedimento, che dovrà ora essere calendarizzato, è il risultato di una battaglia di civiltà e libertà, per cui sempre ci batteremo", conclude Foti.

LEGGI ANCHE: Maternità surrogata, governo diviso. La Lega insiste, maggioranza nel caos

MATERNITA' SURROGATA: CUCCHI, 'AVS VOTA CONTRO BANDIERINA PROPAGANDISTICA INAPPLICABILE'

"In commissione giustizia abbiamo lavorato con 'estrema urgenza' su un provvedimento che in Aula non è nemmeno stato calendarizzato. Siamo di fronte all'ennesimo tentativo della destra di parlare ancora una volta alla pancia del suo elettorato. La maggioranza ha voluto approvare a tutti i costi il reato universale di maternità surrogata, l'ennesima bandierina propagandistica sulla pelle dei bambini, più utile alla propaganda e all'odio social che alla realtà. Una proposta di legge che chiede la deroga al principio di territorialità, basandosi sul riconoscimento, a livello universale, del disvalore della Gpa, è inammissibile, trattandosi di un percorso legale in diversi Paesi europei e nel mondo. Hanno approvato una legge irragionevole, a rischio di incostituzionalità, ma anche inapplicabile. I tribunali saranno impegnati per anni". Lo afferma la senatrice dell'Alleanza Verdi e Sinistra Ilaria Cucchi.

"In questo modo si rendono invisibili e privi di tutela migliaia di bambini, prosegue Cucchi. Il senso stesso di tutta questa discussione è non aprire un dibattito parlamentare sul riconoscimento dei diritti per i figli e le figlie delle coppie omogenitoriali, di tutte e tutti loro, non certo solo di quelli nati grazie alla gestazione per altri. Ma soprattutto quello di non affrontare mai il tema delle adozioni per single e coppie omosessuali. E' un provvedimento ingiusto, demagogico e inapplicabile. E quello che ferisce di più è che tutto, ancora una volta, viene fatto per mera propaganda politica. Sulla pelle delle persone, però. Il mio voto e quello di Avs non può essere che contrario", conclude Cucchi.






in evidenza
Maneskin, Damiano e Victoria stufi. La band si scioglie? Le indiscrezioni

Le due star vogliono diventare solisti

Maneskin, Damiano e Victoria stufi. La band si scioglie? Le indiscrezioni


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico


motori
La Nuova MINI Cooper S 5 porte: spazio e divertimento alla guida

La Nuova MINI Cooper S 5 porte: spazio e divertimento alla guida

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.