A- A+
Politica
Meloni da Orbán: "Serve una battaglia per difendere Dio e la famiglia"
Meloni e Orban al forum crescita demografica

Meloni riabbraccia Orbán e la sua battaglia demografica: "Dobbiamo difendere Dio, la nostra identità e la nostra civiltà"

Serve "una grande battaglia" per "difendere la famiglia", perché difendere la famiglia significa "difendere Dio, la nostra identità e tutto quello che ha contribuito a costruire la nostra civiltà", ha detto la presidente del Consiglio Giorgia Meloni, nel corso del suo intervento in inglese al Budapest Demographic summit. "Viviamo in un periodo in cui tutto quello che apprezziamo è esposto a degli attacchi. Questo è pericoloso per la nostra identità nazionale, religiosa, familiare. Questo nuovamente richiama l'attenzione sui nostri diritti e deve far scaturire la forza per difendere i nostri diritti" perché "senza questa identità non siamo altro che meri numeri", ha aggiunto la premier.

"Oggi abbiamo l'opportunità importante di affrontare questioni chiave per l'agenda europea: famiglia e sfide demografiche. Queste sfide fanno parte del cuore della politica del governo italiano, il cui obiettivo è quello di promuovere la famiglia", ha spiegato Meloni, per poi aggiungere: "Il nostro obiettivo primario è quello di avviare un cambiamento sostanziale e culturale" sul tema della natalità.

LEGGI ANCHE: Migranti, Crippa (Lega): "La via diplomatica di Meloni non ha funzionato"

La presidente del Consiglio ha parlato di un "sentimento nemico della famiglia" nella società occidentale. E citando i dati sul calo delle nascite ha proseguito: "Attualmente il futuro proiettato davanti a noi è molto preoccupante. Dobbiamo riflettere su come viene rappresentata oggi la famiglia, la cui immagine si è sfocata" e i cittadini vengono considerati "consumatori".

"Il declino della popolazione non è il nostro destino. Il calo del numero delle nascite non è altro che un sintomo che rende impossibile la crescita" dei paesi, ha detto ancora Meloni, secondo la quale "l'Ungheria ci dimostra che le cose possono cambiare se operiamo con coraggio. Con i suoi provvedimenti, il governo ungherese ha fermato il calo della natalità, ha aumentato il numero dei posti di lavoro e in particolare l'occupazione femminile".

La premier è intervenuta dopo la benedizione dei rappresentanti delle confessioni religiose ortodosse invitate al forum sostenuto dal primo ministro ungherese Viktor Orbán, e l’introduzione della presidente ungherese Katalin Novák: "I bambini e le bambini devono essere liberi di crescere con la loro identità sessuali di maschi e femmine senza paura e ideologie – dice – e sono felice di avere qui la mia amica Giorgia".

 

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
diofamigliaforummeloniorban





in evidenza
Iran, ecco Raisi prima dell'incidente fatale in elicottero: le foto del leader e del suo entourage

Ultimi scatti prima dello schianto

Iran, ecco Raisi prima dell'incidente fatale in elicottero: le foto del leader e del suo entourage


in vetrina
Covid, "Il ruggito della pecora nera". Anteprima: libro di Maria Rita Gismondo

Covid, "Il ruggito della pecora nera". Anteprima: libro di Maria Rita Gismondo


motori
Alfa Romeo presenta il nuovo store online

Alfa Romeo presenta il nuovo store online

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.