A- A+
Politica
Migranti, se il piano B è solo un bluff


Di Adriana Santacroce


Sui migranti che affollano le nostre stazioni e vengono respinti ai confini Renzi non può giocare. Non può spararla grossa e dire che lui si che sta facendo le riforme e ha abbassato le tasse. Qui la sua parola vale molto poco. Perché dipende, molto, da quello che farà l'Europa. Anzi i Paesi europei. Paesi che non stanno mostrando solidarietà. Che han detto chiaramente di non volere altri profughi. Anche perché i migranti sbarcano da noi e, per quella convenzione scellerata di Dublino, tecnicamente tocca a noi occuparcene.

La Germania domani sbloccherà le frontiere. La Francia dice di non aver mai sospeso Shenghen anche se, di fatto, tra Mentone e Ventimiglia sta effettuando veri e propri respingimenti. Cameron ha fornito una nave di Sua Maestà che ha portato 140 profughi in Sicilia e ha anche provveduto a rilevare le impronte, in modo, da incatenare quei migranti all'Italia.

In un contesto di questo tipo Renzi dice che in settimana incontrerà Hollande e Cameron e che se non troverà solidarietà in loro e negli altri Paesi europei farà scattare il Piano B e a farne le spese sarà l'Europa. Sarà. Io però a Renzi che fa la voce grossa con i forti non ci credo. Dovrebbe far notare a Hollande che chiude le frontiere senza neanche riconoscerlo e che un po' di responsabilità sull'accoglienza, dopo la guerra in Libia che ha determinato, le ha. Dovrebbe dire a Cameron di tenersela la sua nave inglese se serve solo a traghettare i migranti in Italia. Dovrebbe ricordare che l'Europa nasce dai principi di fratellanza e solidarietà. Dovrebbe. Ma non lo farà.

Quello che ha chiamato Piano B rischia di essere un gigantesco bluff. Perché la collega del Corriere della Sera non ha neanche provato a chiedergli in cosa consiste questo fantomatico piano? Cosa vuole fare il premier se gli altri stati, alla richiesta di solidarietà, risponderanno picche? Io temo non possa fare nulla. Chi sta all'opposizione urla di non pagare più la nostra quota per il fondo salva stati, di minacciare uscite dall'euro, di battere i famosi pugni sul tavolo. E, forse, ispirandosi anche a questo, Renzi ha stimolato la nostra curiosità evocando il Piano B.

Queste decina di migliaia di persone vanno fatte passare. Perché vogliono andare nel nord Europa. Qui non si parla di ospitare migliaia di persone per mesi o per sempre. Ma di gestirne il transito. La Lombardia, il Veneto e la Liguria sono tra le regioni meno accoglienti se si valuta il numero di profughi ospitati in rapporto al numero di abitanti. Il loro rifiuto a ospitarne altri è frutto di miopia e propaganda. Difficile che Renzi faccia la voce grossa con Il presidente francese se si fa mettere piedi in testa dai nostri governatori ribelli. Se si tratta solo di passaggio possiamo gestirlo noi ma abbiamo bisogno di soldi perché non può pensarci solo il terzo settore e i migranti hanno diritto a una gestione dignitosa. Gli altri Paesi, piuttosto, ci aiutino economicamente. Se, invece, si tratta di ospitalità a lungo termine va divisa con gli altri. Punto. Siamo nel mezzo di una crisi devastante. Il Paese da solo non ce la può fare.

Insomma. Questa volta Renzi non può bluffare. Deve usare diplomazia e polso per far rispettare il nostro Paese. E qui si valuterà il suo peso internazionale. Ma per favore, niente Piano B, misteri o giochi di prestigio. Bisogna dimostrare di essere un vero statista. Sul serio. Vediamo se lo è davvero.

@AdriSantacroce

Iscriviti alla newsletter
Tags:
migrantirenzi
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Toyota svela la nuova Yaris GR SPORT

Toyota svela la nuova Yaris GR SPORT


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.