A- A+
Politica
Napolitano Svimez.ipg

Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, si è mostrato molto preoccupato per il dilagare dei populismi in Europa. Preoccupazione espressa nel corso di un incontro con intellettuali ed esponenti del mondo economico e finanziario tedesco a Monaco. Secondo quanto riferito da persone presenti all'incontro, Napolitano ha ricondotto la diffusione di populismi agli errori compiuti dalla classe politica. Nel suo intervento il capo dello Stato si è riferito all'Europa e non si è soffermato invece sulla situazione italiana.

Napolitano, sempre secondo quanto riferiscono i presenti, ha poi sottolineato l'importanza di continuare sulla strada delle riforme e del consolidamento in Europa, affrontando anche il rischio di una carenza di legittimazione democratica della Ue.
 

Tags:
europa
in evidenza
Diletta Leotta va in gol, da San Siro a Sanremo. Le foto

Sfilata da sogno e... da ridere

Diletta Leotta va in gol, da San Siro a Sanremo. Le foto


in vetrina
Gruppo FS: un totem al Binario 21 per ricordare le vittime della Shoah

Gruppo FS: un totem al Binario 21 per ricordare le vittime della Shoah


motori
Fiat Nuova 500 offre ricariche illimitate con il noleggio pay per use

Fiat Nuova 500 offre ricariche illimitate con il noleggio pay per use

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.