A- A+
Politica
Napolitano

Il presidente Giorgio Napolitano chiude il lavoro dei dieci saggi nell'ultima riunione di questa mattina al Colle e annuncia che il nuovo esecutivo potrà nascere solo da uno sforzo di collaborazione di tutti i partiti. "La parola e le decisioni toccano alle forze politiche - dice il Capo dello Stato -  e starà al mio successore trarne le conclusioni".  I saggi hanno saputo trovare "posizioni comuni", continua Napolitano, dimostrando un clima di dialogo che si deve trasmettere alle forze politiche. Ora queste ultime devono mostrare "analoghi sforzi di buona volontà di intesa" anche in Parlamento.

Le relazioni dei saggi. Il Capo dello Stato si sofferma poi sul contenuto delle relazioni dei saggi: "Le due relazioni valgono a porre più che mai al centro dell'attenzione delle forze politiche i problemi essenziali cui sono legati sia il soddisfacimento delle attese e dei bisogni più urgenti dei cittadini e del paese, sia lo sviluppo futuro dell'Italia" e possono "stimolare la ricerca di convergenza fra le forze politiche, favorire un clima costruttivo nel nuovo Parlamento, suggerire forme praticabili - nel quadro segnato dai risultati elettorali - di condivisione delle responsabilità di governo e di percorsi di riforma necessari".

Incontro D'Alema e Bersani. Allo scopo di trovare una convergenza sul nome da proporre per il Quirinale, questa mattina Massimo D'Alema ha incontrato per circa un'ora Pierluigi Bersani nella sede del Pd, dopo aver visto ieri Matteo Renzi. "La situazione è difficile - ha detto l'ex presidente del Copasir - ma siamo tutti impegnati perchè il partito ne esca bene".  "Non esiste nessuna scissione - ha ribadito D'Alema - le parole di Franceschini sono state travisate. Ieri ho visto anche Renzi e oggi ho informato Bersani di questa conversazione".

Lega, no ad Amato. Intanto la Lega Nord dichiara il suo "no" alla candidatura di Giuliano Amato: "Vedremo le altre proposte e le valuteremo - ha detto  Roberto Maroni- se fosse una donna meglio ancora, ma non sta a me fare nomi". Ho parlato ieri con Berlusconi e con Bersani - ha proseguito il leader del Carroccio- e so che quello che hanno in mente non coincide esattamente con quello che ho letto sui giornali. Bersani mi ha chiesto se la Lega è interessata a partecipare alle discussioni e alle votazioni sul presidente della Repubblica - ha sottolineato - e io naturalmente ho detto di si".

Grasso si tura le orecchie. Pietro Grasso, più volte indicato come possibile candidato per il Colle, da parte sua preferisce "turarsi le orecchie". "Non è nella mia natura proiettarmi su altre cose. Mi dedico a quello che faccio e lo faccio con entusiasmo", dice ai cronisti.
 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
governo
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Nuovo Ranger, creato da Ford ma ideato dai suoi stessi clienti

Nuovo Ranger, creato da Ford ma ideato dai suoi stessi clienti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.