A- A+
Politica
Napolitano: niente dimissioni prima della fine del semestre Ue

NAPOLITANO - Interpellato su voci e congetture rimbalzate sui mezzi di informazione circa la durata del mandato del Presidente Napolitano, l’ufficio stampa del Quirinale ha comunicato che il Presidente Napolitano non lascerà il suo incarico prima del 31 dicembre, data di scadenza del semestre europeo dell’Italia.

Nella nota si ricorda: "Il 22 luglio scorso il Presidente Napolitano ha affermato: “Io sono concentrato sull’oggi: e ho innanzitutto ritenuto opportuno e necessario garantire la continuità ai vertici dello Stato nella fase così impegnativa del semestre italiano di presidenza europea”. Quell’impegno non è mai stato smentito ed è dunque assolutamente gratuito ipotizzare sue dimissioni prima della conclusione del semestre italiano, al termine del quale il Presidente compirà le sue valutazioni. Si tratta di decisioni, sulle quali egli rifletterà autonomamente, che per propria natura sono e devono essere tenute completamente separate dall’attività di governo e dall’esercizio della funzione legislativa. Il Presidente della Repubblica è e continua a essere impegnato in una serie già programmata di incontri e attività istituzionali sul piano interno e internazionale".

MUTI - "Ma perché non mi fate continuare a dirigere che mi piace tanto?”. Così il direttore d’orchestra (presente a Firenze) Riccardo Muti smentisce al Fatto Quotidiano gli insistenti rumors sulla sua possibile candidatura per il Quirinale. E aggiunge: “Ognuno deve fare il suo mestiere”. Ma intanto il figlio Domenico, terzogenito dell'ex direttore della Scala, rivela: "Per me mio padre è e resta un direttore d'orchestra ma dell'eventuale leezione al Quirinale abbiamo parlato in famgilia con lui, e sappiamo che una cosa del egenere è troppo seria per non essere presa con serietà. Ed è quello che faremo, il suo nome lo ha fatto Renzi, e una proposta del premier, appunto, è una cosa seria"

LA SMENTITA DI RENZI - In merito ad alcune notizie di stampa relative su presunti contatti tra il Presidente del Consiglio e Riccardo Muti e relativi all'elezione del successore di Giorgio Napolitano al Quirinale, fonti di Palazzo Chigi sottolineano come Matteo Renzi non senta il maestro Muti da anni. Il premier, dunque, non ha parlato con lui, ne' con il signor Domenico Muti che non ha il piacere di conoscere. Il che rende retroscena e presunte rivelazioni destituite di ogni fondamento. Il riferimento e' all'articolo di prima pagina del Fatto Quotidiano.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
napolitano
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Nuova Dacia Jogger, la familiare sette posti

Nuova Dacia Jogger, la familiare sette posti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.