A- A+
Politica

di Alessandra Peluso


ASINCRONIA
SEMPLICE NEVROSI
DISTONIA
Patologie strane indecifrabili si annidano nel governo italiano.
Ecco appunto quale governo?  
Non si spiega altrimenti come le strategie attuate falliscono, o almeno c'è l'intenzione di attuarle, dato che i risultati non si verificano.
Mancano gli accordi, i disaccordi prevalgono e altro che musica.
C'è chi si improvvisa direttore d'orchestra, chi non riesce affatto, chi lo fa da anni creando soltanto rumori assordanti.
Di questo rumore c'è chi non ne può più, chi si meraviglia di come siano importanti le tattiche mentre l'attuale situazione è al collasso e si ha la consapevolezza dell'esistenza di risorse e strumenti per evitare il black-out agli italiani e una deriva alla "schettino".
Le rocce sono difficili a franare e a smussare proprio come i nostri rappresentanti. Eh si nostri, perchè siamo noi - popolo italiano - che periodicamente li elegge.
Cos'è cambiato?
Si parla di crisi dagli inizi del Novecento. È oramai più che crisi che ha certamente un'accezione positiva, c'è una reale e irremovibile condizione catastrofica.
Forse gli italiani meritano tutto questo? Forse, non voglio crederci.
Eppure in un'Italia disoccupata, nella quale ogni giorno chiudono fabbriche, aziende, chiudono servizi commerciali, teatri, scuole che non hanno finanziamenti, patrimoni culturali che stanno per crollare come castelli di sabbia, leggi su leggi che non fanno altro che non far rispettare le leggi, corruzione, guerre tra poveri, ricchi sui soliti vertici, assistiamo ogni giorno a un governo che non c'è e non si vuol formare, a teatrini di politici che tentano di illudere gli italiani eludendo la soluzione. È evidente in molti "onorevoli" la salvaguardia del proprio "ego".
Non si cerca l'accordo nemmeno per il nuovo Presidente della Repubblica.
Eh già, il Presidente della Repubblica italiana, garante della Costituzione, dei diritti e doveri degli italiani.
Chi sarà in grado di assumersi tale responsabilità?
Una corona di nomi è stata presentata, si vota e si rivota. Pd, Pdl, Lega, Movimento5stelle, Montiani, Lista civica, chi più ne ha più ne metta. Riuscirà l'Italia ad avere un Presidente della Repubblica?
Nessuno è d'accordo con nessuno, neanche con se stesso.
Prodi, Marini, D'Alema, Rodotà.
Chissà se potranno gli italiani plaudìre il nuovo Presidente della Repubblica e poi ancora un governo e successivamente pensare che è arrivato il momento di risolvere i problemi dell'Italia e degli italiani.
Il nuovo Presidente dovrà pre-occuparsi dell'Italia e del popolo italiano, visto che sta franando davanti a occhi che non vedono, a orecchie che non sentono, a bocche incapaci di parlare.

Tags:
governoquirinale

i più visti

casa, immobiliare
motori
Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford

Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.