A- A+
Palazzi & potere
Dopo il boom del 2015, ritorna l'austerità

Grandi banchieri a dieta

Dopo il boom del 2015, ritorna l' austerità. Un milione in meno di bonus per Blankfein e Gorman che restano però oltre i 20...

Anche per i banchieri di Wall Street spirano venti di crisi. Così, nel 2015 caratterizzato dal declino del prezzo del petrolio, si sono contratti anche i bonus. È questo ciò che emerge analizzando i rapporti della Securities and exchange commission (Sec), la Consob statunitense, sugli stipendi dei top manager dell' industria bancaria. Per il 2016 i banker mettono già le mani avanti: «Sono possibili altri tagli».

I numeri Nel 2014, a distanza di sei anni dal fallimento di Lehman Brothers, Wall Street decretò che l' austerità poteva terminare. La Goldman Sachs di Lloyd Blankfein e la J.P. Morgan di Jamie Dimon infatti alzarono i salari, in media, del 20%, con una prevalenza per le fasce con meno esperienza. «Un modo per fidelizzare i giovani in un mercato sempre più competitivo», dissero gli analisti.

Nel 2015, scrive goria sul corriere economia, qualcosa è cambiato. I profitti non restano un problema, per ora, ma si è deciso di dare una sforbiciata su tutti i livelli.

Tags:
austerità
in evidenza
Il trauma di Romina Carrisi "Ho lavorato negli strip club"

Dolorosa esperienza negli USA

Il trauma di Romina Carrisi
"Ho lavorato negli strip club"

i più visti
in vetrina
Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena


casa, immobiliare
motori
Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen

Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.