A- A+
Palazzi & potere
Romeo, pizzino: pagamenti a Renzi Sr e Russo e incontri con Lotti e Renzi


E ora del secondo pizzino c'è anche la foto. Il senso è quello del primo. E sembra rafforzare l' ipotesi dell'accusa che vede il padre dell' ex premier Matteo Renzi, Tiziano, indagato per traffico di influenze. Il testo è più o meno lo stesso, anche se cambiano le parole. "Ogni mese, 30.000. T.", scrive Alfredo Romeo su uno dei suoi foglietti. E poi aggiunge: "Ogni due mesi, 5.000, C.R.". Secondo la ricostruzione degli investigatori, si sa, T. sarebbe Tiziano Renzi e C.R. il suo fedelissimo amico, il faccendiere Carlo Russo. E come nel primo pizzino (in cui indicava chiaramente "tramite T."), Romeo segna sul foglio due incontri,non si sa se realmente avvenuti o semplicemente auspicati. "Uno con M. e uno con L.", scrive Repubblica.
La tesi investigativa è che M. fosse Matteo Renzi e L. Luca Lotti.
Persone che, secondo l' imprenditore napoletano avrebbero potuto aiutarlo nella gara Fm4 Consip, da 2,7 milioni di euro, sulla quale voleva mettere le mani. E su un lato del foglio, cerchiato, appunta: "Contanti". Il pagamento, insomma, doveva essere fatto cash.
 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
renzirussoconnsiplottiromeo
in evidenza
CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

Corporate - Il giornale delle imprese

CDP, ospitato FiCS a Roma
Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

i più visti
in vetrina
CDP, presentato il report sulla sostenibilità nei sistemi agroalimentari

CDP, presentato il report sulla sostenibilità nei sistemi agroalimentari


casa, immobiliare
motori
Stellantis lancia il nuovo Scudo e Ulysse anche 100% elettrici

Stellantis lancia il nuovo Scudo e Ulysse anche 100% elettrici


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.