A- A+
Politica
cicchito

 "Nelle ultime ore c'è stata la radicalizzazione dello scontro da parte di fuochisti, lealisti e falchi, per cui sembra che vengano meno le condizioni per un dibattito sereno. Aggiungo anche che non è chiaro l'ordine del giorno e neanche il contesto nel quale una riunione cosi delicata dovrebbe svolgersi. Ecco dunque che i dubbi sulla nostra partecipazione sono meritevoli di approfondimento". Lo afferma al Mattino Fabrizio Cicchitto sul Consiglio nazionale del Pdl che si riunirà sabato.

"Non si tratta di scippo - precisa Cicchitto sull'accusa dei falchi alle colombe di voler scippare il partito a Berlusconi - si tratta del fatto che c'è una parte del partito che si riconosce nelle posizioni del segretario Angelino Alfano. In ogni caso è assolutamente sbagliato fare questa accelerazione ai danni del governo" perché, spiega, "se si va ad elezioni immediate il centrosinistra è già pronto con Matteo Renzi e noi invece non abbiamo un candidato, visto che Alfano non è condiviso da una parte del partito. Ma se poi non si va al voto le cose non sono meno gravi: da un governo amico si passerebbe ad un governo ostile, nel quale il Pdl non ci sarebbe. E allora mi chiedo: che senso ha questa accelerazione?". "Penso - aggiunge Cicchitto - che non ci sia nessun motivo per cui si debba bollare alcuni esponenti del partito come traditori" mentre "la storia di Gianfranco Fini non c'entra proprio niente con quanto sta accadendo".

Gli avvisi dell'ex capogruppo non sembrano però impressionare più di tanto i cosiddetti lealisti. "Sabato spero che finisca: dobbiamo essere tutti d'accordo che si torna a Forza Italia e che tutte le deleghe sono in mano a Berlusconi, che è quello che prende voti per tutti e quindi deve poter decidere. Poi se c'è qualcuno che preferisce la poltrona del ministro, pensando di essere diventato capace e di essere il più bravo, si sveglierà e sarà un incubo", ha tuonato ieri sera su Rete 4 Daniela Santanchè.

Malgrado l'inasprirsi del conflitto, Angelino Alfano si mostra comunque ottimista. "Noi - dice - confidiamo e speriamo sempre che il nostro movimento politico resti unito e siamo consapevoli che il presidente Berlusconi sia vittima di una grave ingiustizia giudiziaria. Il presidente Berlusconi si è comportato sempre come uomo di Stato, sono convinto che questa sia la linea che più ha premiato e piu continuerà a premiare".

La riunione tra il vicepremier e i governativi del Pdl, secondo quanto riferiscono fonti parlamentari, si terrà domani. Non è escluso comunque che Alfano possa incontrare questa sera i ministri. Domani dovrebbe essere reso noto il documento annunciato ieri. La decisione di far slittare l'incontro non è, riferiscono le stesse fonti, un segnale di una frenata ma soltanto un modo per capire le reali intenzioni di Silvio Berlusconi e per evitare ora uno scontro.

"In queste ore - insiste anche il ministro Maurizio Lupi - si deve sempre lavorare perché il partito sia unito e si riconosca la leadership di Berlusconi, nulla è cambiato dal 2 ottobre. La mia domanda è: il Paese si può permettere di andare ad una crisi al buio? Dobbiamo arrivare al consiglio nazionale di sabato con l'idea che Forza Italia è un grande partito , no agli estremismi", ha proseguito.

Prende le distanza dalla possibile diserzione del Consiglio nazionale anche Roberto Formigoni.  "Sono dell'opinione che dobbiamo andare per tenere la nostra linea razionale e aprire un dibattito su di essa", afferma il senatore, che aggiunge: "Ma leggo che nell'ordine nel giorno non è previsto uno spazio per il dibattito e ascolto i lealisti sostenere che il dibattito non dovrebbe esserci. Se fosse vero vorrebbe dire che sono loro che stanno organizzando la rottura".


 

Tags:
cicchittoflachipdl

i più visti

casa, immobiliare
motori
MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat

MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.