A- A+
Politica

Sul portone della case di edilizia popolare di via Tamburrano e di via Mammucari a Roma, è stato affisso un avviso: “Il governo Renzi – Lupi mette all’asta a prezzi di mercato le case popolari”, e viene spiegato che, contrariamente a quanto si è fatto sempre in passato, in base al decreto attuativo art.3 legge 80 del piano casa Lupi-Renzi, non si dà la possibilità all’inquilino che per trenta, quarant’anni ha pagato l’affitto, di riscattare l’appartamento a condizioni facilitate, ma lo si obbliga all’acquisto entro 45 giorni prima che la casa venga venduta all’asta a privati.

Altrimenti viene sfrattato e trasferito altrove. Altrove dove? E come si può pensare che un inquilino della case popolari abbia a disposizione un capitale per l’ acquisto di una casa a prezzi di mercato? Ma perché si dà addosso alla povera gente e poi ci si lamenta se questa, esasperata, scende nelle piazze a protestare?

Renato Pierri

Tags:
renzi
in evidenza
"Rido con Zalone, amo gli horror Only Fun? Sarà sorprendente..."

Elettra Lamborghini ad Affari

"Rido con Zalone, amo gli horror
Only Fun? Sarà sorprendente..."

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Duster protagonista del my Dacia road 2022

Duster protagonista del my Dacia road 2022


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.