A- A+
Politica

Qualcuno dica al ministro Alfano, che ha minacciato la crisi dell'esecutivo AlNapoletta sui matrimoni dei gay, che i governatori di 2 importanti Regioni del Sud, una la sua, la Sicilia, sono gay, come il Sindaco di Parigi. E come furono due ex premier, defunti, della DC, Mariano Rumor ed Emilio Colombo.

Il costume si è evoluto. Sveglia, don Angelino, lei  che non ha detto nulla sulle "cenone eleganti", nè sui dopo-cenoni, eterosessuali, di Arcore....
In Francia hanno diritto di esprimersi persino i filonazisti e gli antisemiti!

In Italia, sui diritti civili e sulle minoranze, sono legittime posizioni ultrareazionarie e retrograde, come quelle di Giovanardi. Ma, non rappresentando il "comune sentire" della maggioranza degli italiani, non possono essere fatte proprie dagli esponenti del governo del nostro Paese.

Pietro Mancini

Tags:
alfanomatrimoni gay
in evidenza
"Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani

Affari al Festival dell'Economia

"Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Nuova Maserati MC20 Cielo, la spider dal tetto retrattile

Nuova Maserati MC20 Cielo, la spider dal tetto retrattile


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.