A- A+
Politica

La situazione rischia di precipitare nel caos politico e istituzionale.
Solo un esempio. Il Sindaco di Firenze, Matteo Renzi - che non è parlamentare e non ha ascoltato la relazione, insufficiente, di Alfano sulla vicenda delle 2 donne kazake, rispedite in patria - ha chiesto le dimissioni del ministro dell'Interno, che è anche vice-premier dell'esecutivo, guidato da un dirigente del partito del primo cittadino, Enrico Letta. Quasi come se il nipote di don Gianni Letta chiedesse la revoca delle deleghe a un assessore della giunta di Firenze.

Attacchi, forse, fondati, quelli renziani, ma che non dissipano i dubbi che essi vengano sferrati a suocera, Alfano, affinché nuora, Letta, intenda.

A mio avviso, lo stesso Renzi, che aspira ad esercitare in futuro ruoli di direzione del governo, e i suoi seguaci non dovrebbero utilizzare carenze ed errori, pur evidenti, dell'attuale esecutivo per indebolirlo, o provocarne la caduta. Ma non in quanto preoccupati per il prestigio del Paese e per la sua immagine presso la Merkel, di recente ossequiata dal giovin Matteo.  Bensì, esclusivamente, per trarne benefici e spinte, nella corsa alla leadership del Pd e del centrosinistra, e nel tentativo di indebolire Letta e gli avversari interni.

Pietro Mancini
 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
alfanorenzi
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


casa, immobiliare
motori
Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030

Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.