A- A+
Politica
Quanto costano le regioni? La verità. Ammanco di cinque miliardi all'anno

Quanto ci costano le Regioni italiane? Secondo una ricerca del sito di approfondimento finanziario www.wthink.it, che ha analizzato i dati ufficiali diffusi dall'Istat, le Regioni italiane hanno speso, nel solo 2011, ben 305 miliardi di euro creando, di fatto, un ammanco di ben 5 miliardi di euro nel solo anno preso in considerazione.

Tra le spese che hanno avuto la maggiore incidenza spiccano quelle relative ai servizi sanitari, ossia le spese relative al sostenimento delle Usl che incidono per ben 118 miliardi di euro più altri 4 miliardi circa che vanno ad aggiungersi alla voce Investimenti. A questo punto appare evidente l'urgenza di un provvedimento che rimetta ordine nei conti delle Regioni e che possa aiutare a rimodulare l'offerta di una sanità pubblica di qualità ma con costi sopportabili.

Continuando a spulciare tra i dati delle tabelle regionali salta all'occhio il costo del personale, che incide per circa 6 miliardi di euro, e le spese relative alle consulenze, studi e collaborazioni, che ci costano oltre 800 milioni di euro l'anno. Da sottolineare anche gli oltre 42 milioni di euro di premi assicurativi e i 9,8 miliardi di euro relativi alle spese di rimborso di mutui bancari e prestiti a breve termine.

In definitiva si può affermare che con un intervento mirato sarebbe possibile, molto probabilmente, ridurre la spesa pubblica imputabile alle regioni senza andare ad incidere sulla qualità del lavoro svolto e sull'efficienza delle stesse.

In allegato il comunicato stampa in formato PDF e relativo grafico.

Cordiali saluti

Stefano Schirru
Img Solutions

Tags:
regioni
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina

Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.