A- A+
Politica
Renzi non rottama più

di Pietro Mancini

Matteo Renzi, d'intesa con il ministro Padoan, sembra intenzionato a lottizzare, dopo le prime nomine nelle aziende pubbliche, anche le prossime caselle, ben 600 poltrone e stipendioni, da assegnare, nei 49 Consigli d'amministrazione e nei 60 collegi sindacali. Ormai, la parola "rottamazione" non è più di moda a Palazzo Chigi. Molto consultato il "manuale Cencelli", di forlaniana memoria.


Solo alcuni esempi. In ENAV, resta Garbini, nominato da Monti nel 2011, coinvolto in alcune vicende di "parentopoli" in azienda. In Consap, inamovibile don Mauro Masi, ex Rai, uomo di Berlusconi e di Gianni Letta : sarà riconfermato dal "rinnovatore" di Firenze.


Poi, oltre alla nomina dell'ex assessore nel capoluogo toscano, Da Empoli, come consigliere politico alla Presidenza del Consiglio, Renzi appare determinato a imporre don Antonella Manzione, ex capa dei Vigili Urbani di Firenze, al Dipartimento Affari giuridici ed economici di Palazzo Chigi, nonostante la bocciatura della Corte dei Conti.


A Fintecna, è stato confermato, come Presidente, fino al 2016, Maurizio Prato, in carica da 10 anni, che è pure Presidente e amministratore delegato della Zecca dello Stato.
In scadenza, diversi incarichi nelle aziende, che sono controllate dalla Cassa Depositi e Prestiti, dove il premier piazzerà, o riciclerà, d'intesa con il Presidente, l'eterno Franco Bassanini, PSI, PDS e oggi in buoni rapporti con l'ex rottamatore PD.


Infornate di amici di Matteino sono previste anche negli incarichi di vertice dei ministeri. E presto il successore di Letta potrebbe imbarcare "grand commis" a lui vicini alla direzione generale del Tesoro e alla Ragioneria generale dello Stato, caselle fondamentali per la gestione del potere, uffici-chiave, da cui transitano decreti e leggi.
 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
renzi
in evidenza
Ferragni spettacolare a Parigi Calze a rete e niente slip

Le foto delle vip

Ferragni spettacolare a Parigi
Calze a rete e niente slip

i più visti
in vetrina
Briatore innocente, non frodò il fisco con lo yacht. "Fine di un calvario"

Briatore innocente, non frodò il fisco con lo yacht. "Fine di un calvario"


casa, immobiliare
motori
Renault svela gli interni della nuova Austral

Renault svela gli interni della nuova Austral


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.