A- A+
Politica
Restituzione dei suoli e risarcimento. Ormai ci siamo. L'intervista
Marco Palieri

"La giurisprudenza (Cassazione e Consiglio di Stato), sulla spinta delle indicazioni della Corte Europea dei Diritti Umani (CEDU), ha affermato che in mancanza di un provvedimento di esproprio la proprietà dei suoli restava dei privati"

Conto alla rovescia (-80 giorni) per ottenere la restituzione dei suoli e il risarcimento dei danni per le espropriazioni, precedenti al 30.06.2003, che non si sono concluse con il provvedimento di esproprio, vero e proprio. Affaritaliani.it ne ha parlato con l'avvocato Marco Palieri di Bari, che da lungo tempo sta seguendo il caso. L'INTERVISTA

Mancano 80 giorni per ottenere la restituzione dei suoli e il risarcimento dei danni per le espropriazioni, precedenti al 30.06.2003. Ci può spiegare esattamente come stanno le cose? Come è possibile che si sia arrivati a questa situazione?

"Per molto tempo, la giurisprudenza riteneva che, una volta realizzata l’opera pubblica, il suolo, anche senza un formale provvedimento di esproprio, si trasferiva comunque alla mano pubblica (c.d. “accessione invertita”). A partire dai primi anni del 2000, la giurisprudenza (Cassazione e Consiglio di Stato), sulla spinta delle indicazioni della Corte Europea dei Diritti Umani (CEDU), ha affermato che in mancanza di un provvedimento di esproprio la proprietà dei suoli restava dei privati. Considerato che, di regola, l’usucapione di un immobile si perfeziona in 20 anni, la giurisprudenza ha affermato che, in questi casi, l’usucapione inizia a decorrere dalla data di entrata in vigore – 30.06.2003 – della norma (art. 42 bis d.P.R. n. 327/2001) che consentiva alla PA di poter conservare l’opera pubblica, indennizzando i privati (c.d. “acquisizione sanante”). Da qui la data del 30.06.2023, venti anni dopo l’entrata in vigore della norma".

Di chi è la responsabilità di questa situazione? Di quale legge o di quale governo?
"Difficile trovare un responsabile. Sicuramente, il merito di aver risolto la situazione è della CEDU".

Che cosa consiglierebbe a un cittadino, restituzione dei suoli o risarcimento?
"Difficile dare una risposta univoca. Andrebbe valutata la concreta situazione di fatto. In alcuni casi, potrebbe essere preferibile la restituzione, in altri il risarcimento".

In caso di risarcimento, ci sarebbero anche gli interessi?
"Il privato può chiedere la restituzione dei suoli e il risarcimento dei danni, che, di regola, prevede rivalutazione monetaria e interessi. In caso di “acquisizione sanante”, al privato verrà riconosciuto un indennizzo per il danno patrimoniale (pari al valore venale del suolo) e non patrimoniale (che, a seconda dei casi, va dal 10% al 20% del valore dei suoli), mentre per il periodo in cui non ha goduto dei suoli verrà riconosciuto una ulteriore somma non inferiore al 5% annuo del valore venale)".

I DETTAGLI DEL CASO

Iscriviti alla newsletter
Tags:
restituzione suoli risarcimento danni





in evidenza
Affari in rete

Guarda la gallery

Affari in rete


in vetrina
Royal Family/ Meghan Markle è "troppo nuda": polemica per la visita in Nigeria

Royal Family/ Meghan Markle è "troppo nuda": polemica per la visita in Nigeria


motori
Volkswagen lancia il progetto per l’auto elettrica da 20.000 euro

Volkswagen lancia il progetto per l’auto elettrica da 20.000 euro

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.