A- A+
Politica
Scissione e pressing del Colle. Così Renzi ha fatto retromarcia


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)

Matteo Renzi esce dal faccia a faccia con Silvio Berlusconi al Nazareno il 18 gennaio sera con un accordo blindato sulla legge elettorale. Passano i giorni e l'Italicum arriva in Commissione. Lì si blocca tutto. E i tempi si allungano con la minaccia che salti il banco. Che cosa è successo? Forza Italia si è irrigidita, vero, ma è vero anche che il Pd ha chiesto cambiamenti considerevoli al testo iniziale. Non sulle preferenze, inaccettabili, ma sulla soglia per ottenere il premio di maggioranza dal 35 al 38%, sulle primarie facoltative e sulla delega al governo per la ridisegnazione dei collegi.

Perché questa retormarcia del sindaco di Firenze? Pare che decisive siano state le minacce di scissione da parte della minoranza cuperliana e non solo. In pratica una fetta consistente di parlamentari che si rifanno al vecchio segretario Bersani - circa 150 - avrebbero fatto capire a Renzi che senza un cambiamento dell'Italicum avrebbero potuto addirittura a un gruppo autonomo in Parlamento, oltre al voto negativo in Aula su moltissimi punti della riforma. Il segretario, nonostante la sua voglia di rinnovare, sarebbe stato quindi riportato a più miti consigli per evitare una clamorosa frattura.

Non solo. Sembra che dal Quirinale siano arrivate pressioni nei confronti del leader democratico affinché si ascoltassero le richieste della minoranza del Pd e degli altri partiti della maggioranza, Alfano in testa. Il ministro dell'Interno, gli esponenti di Scelta Civica e i dirigenti del Partito Democratico che si riconoscono in Bersani avrebbero quindi cercando una sponda in Napolitano per convincere Renzi e i suoi a rivedere il testo dell'Italicum e a non appiattirsi troppo sul Cavaliere. Il problema è che il leader di Forza Italia - spinta dal falco Verdini - non ha gradito. E tutto è tornato in alto mare.

 

 

 

berlusconi sun 1Guarda la gallery: SILVIO A CONFRONTO: CON E SENZA TRUCCO - E' a "SIlvio Berlusconi dopo la caduta" che il supplemento illustrato del "Sunday Times" (l'edizione domenicale del quotidiano britannico) dedica la copertina dell'ultimo numero. Un Silvio Berlusconi fotografato da Paul Stuart e in una versione mai vista prima: senza filtri, senza trucco, senza nascondere l'età. E' un Cavaliere ben diverso da quello che vediamo in tv...
Tags:
legge elettorale

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti

Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.