A- A+
Politica

Robert Seldon Lady, l'ex capocentro Cia di Milano condannato a 9 anni per la "extraordinary rendition" di Abu Omar, fermato ieri a Panama inseguito da un mandato di cattura internazionale dall'Italia sarebbe gia' stato rilasciato stamane dalle autorita' locali e avrebbe gia' preso un volo alla volta degli Usa. Lo riferisce il Washington Post.

Lady, di cui ieri il ministro della Giustizia, Anna Maria Cancellieri, ha chiesto la conferma del fermo e riteneva di avere due mesi per chiederne l'estradizione (anche se in assenza di un trattato bilaterale), si sarebbe cosi' sotrattatto, grazie alla complicita' delle autorita' panamensi, molto sensibili ai desideri di Washington (furono gli Usa a creare lo Stato di Panama quando costruirono il canale, sottraendo il territorio alla Colombia), all'ipotesi di tornare in Italia a scontare la sua pena. "Secondo quanto ci risulta e' su un aereo in rotta per gli Stati Uniti proprio ora", ha dichiarato al Washington Post un funzionario dell'amministrazione Obama dietro condizione di anonimato. Il quotidiano aggiunge che non sono noti i mezzi con cui gli Usa abbiano ottenuto il rilascio e la consegna di Lady.

Tags:
seldon ladyusavolo
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce

Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.