A- A+
Politica
Il commento/ Verso un Centrodestra secondo Matteo?


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)


Più del 40% degli italiani non sono andati a votare domenica scorsa. Quasi tutti - dicono i sondaggisti - di Centrodestra. Quindi il successo indiscusso e indiscutibile di Matteo Renzi e del suo Pd non chiude la porta a una possibile rimonta del Centrodestra. Il problema è capire quale Centrodestra. Silvio Berlusconi, vicino agli 80 anni e con una condanna definitiva, sembra ormai fuori dai giochi. E' vero che senza di lui Forza Italia avrebbe preso probabilmente attorno al 10%, ma è impensabile che sia lui, interdizione a parte, a competere con il giovane democratico di Firenze.

Rinnovamento è la parola chiave. Ma i notabili azzurri sembrano più vecchi tromboni che cavalli di razza su cui puntare. E nemmeno Giovanni Toti sembra avere quel quid per poter prendere in mano la leadership. C'è sullo sfondo l'ipotesi Marina, ma lei ha sempre negato e non è detto che la dinastia in Italia funzioni. Forza Italia pare dunque allo sbando, ma nemmeno Alfano se la passa bene. Ncd ha superato il 4% di pochissimo e solo grazie all'accordo con Casini. Lupi ha preso meno preferenze della Mussolini. E la Lorenzin, ministro del governo Renzi, è stata perfino trombata. Il Nuovo Centrodestra sembra più la stampella della sinistra che - nonostante il nome - il futuro del Centrodestra.

Ed è per questo che si apre una prateria per chi a destra vuole intraprendere la strada di Marine Le Pen. Quella che ha portato il Fronte Nazionale a essere il primo partito in Francia con il 25%. Lotta all'euro e all'Europa di banche e finanzieri. Questa è la chiave del successo, forse. Ed è per questo che la nuova Lega di Salvini ha messo da parte il federalismo, che ricorda tanto Bossi e i disastri del cerchio magico, per seguire l'esempio della Le Pen. Non a caso proprio ad Affaritaliani.it il leader del Carroccio si è lasciato scappare un sibillino "costruiremo qualcosa insieme a Fratelli d'Italia", la formazione della Meloni che per poco non ha eletto eurodeputati ma che ha guadagnato 300mila voti rispetto alle Politiche proprio puntanto sul no alla moneta unica e quasta Europa. Salvini-Meloni. Lega e Fratelli d'Italia. Forse il futuro del Centrodestra è più nelle loro mani che in quelle dell'anziano e spompato Silvio o negli improbabili colonnelli ex Pdl (poco importa se ora Forza Italia o Ncd).

Unendo le loro forze, Salvini e Meloni potrebbe avere quella capacità che serve per rimettere insieme i cocci del Centrodestra. Cosa che Forza Italia ha dimostrato di non saper e poter fare, oscillando tra europeismo e campagna anti-Merkel e tra dialogo con Renzi e opposizione. Due giovani, Salvini e Meloni, in grado di rimescolare le carte e con la loro verginità magari di poter intavolare un dialogo e recuperare i transfughi dell'Ncd. Verso un Centrodestra secondo Matteo?

LEGGI ANCHE:

Maroni ad Affaritaliani.it: "Centrodestra unito, Salvini leader"

Salvini ad Affaritaliani.it: "E' ora che Berlusconi passi la mano"

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
salvinimeloni
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Per Nissan l'Europa sarà il primo continente per quota percentuale di vendite

Per Nissan l'Europa sarà il primo continente per quota percentuale di vendite


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.