A- A+
Politica


Di Alberto Maggi

matteo salvini 500

"Se per caso qualcuno osa portare in Parlamento l'amnistia e prova a votare il buono viaggio per migliaia di delinquenti, nei 1.500 comuni lombardi facciamo le barricate. Non sta né in cielo né in terra". Matteo Salvini, segretario della Lega Lombarda, intervistato da Affaritaliani.it, attacca Silvio Berlusconi e il suo sostegno alla proposta di Pannella e dei Radicali dell'amnistia. "Già lo svuota-carceri è stato un insulto al lavoro dei carabinieri e dei poliziotti. Gli unici a festeggiare sarebbero gli avvocati, perché questa gente messa in libertà tornerebbe a delinquere e quindi tornerebbe dentro. Se il Cavaliere vuole fare un regalo agli avvocati penalisti lo faccia pure". L'eurodeputato leghista spara a zero: "Va bene valutare la vicenda personale di Berlusconi e cercare di evitare la sua decadenza, ma aprire le porte di San Vittore e delle altre carceri no! Il gioco non vale la candela. Mi metto nei panni di un poliziotto, con la politica che rimette fuori i criminali. Sono certo che gli otto milioni di elettori del Pdl non saranno d'accordo e saranno al nostro fianco. Un conto è la stima per Berlusconi, un conto è la magistratura politicizzata, ma qui stiamo sbracando. Clandestini e delinquenti... Italia paese di Pulcinella. Assicuro a Pdl e Pd che lotteremo nelle piazze contro questa porcata, simile alla legge Fornero. Non gliela faremo passare", conclude il vicesegretario della Lega Nord.

"Ma guarda un po'... Lo dice perché sarebbe il primo ad essere beneficiato dall'amnistia. Comunque, detto da un pregiudicato che deve ancora finire di scontare la sua pena, è molto grave". Francesco Speroni, capodelegazione della Lega Nord al Parlamento europeo, interpellato da Affaritaliani.it, boccia senza appello il sì di Berlusconi all'amnistia. "Certo, se facciamo la stessa domanda a San Vittore sono tutti d'accordo. Ma il Cavaliere non è nella posizione giusta per dire queste cose, dato che è parte in causa. La sua - spiega l'esponente del Carroccio - è sicuramente un'uscita inopportuna, vista la sua situazione di pregiudicato. Opportunista lo è sempre stato, ma finora di solito i politici che si dicevano d'accordo con l'amnistia non erano direttamente coinvolti. E' ovvio che dice così perché vuole salvarsi", conclude.

Tags:
legaberlusconi
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Renault Arkana e-tech 145, la nouvelle vague diventa ibrida

Renault Arkana e-tech 145, la nouvelle vague diventa ibrida


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.