A- A+
Politica
Schifani dice no alla "reunion" con Fi: "Non si riporta indietro la Storia"
Reddito imponibile 2013 di 114.532 per Renato Schifani, capogruppo di Area Popolare a Palazzo Madama

"Se qualcuno pensa che questo verdetto ci restituisca Berlusconi nuovamente leader incontrastato del centrodestra, magnete attorno al quale ricostruire un'alleanza politica vincente e alternativa alla sinistra, si sbaglia. Una sentenza non sposta indietro le lancette della storia, ne' tantomeno quelle del centrodestra". Lo dice il responsabile del programma del Nuovo Centrodestra, Renato Schifani, in un'intervista ad un giornale. "Sono convinto che Berlusconi possa ancora dare alla politica, rivestendo un nuovo e diverso ruolo, da aggregatore di un'alleanza di centrodestra nella quale lui non sara' piu' l'azionista di maggioranza. Del resto lo dicono anche i risultati elettorali. Il centrodestra, prima come PdL e poi diviso nelle varie realta' politiche, ha perso dal 2001 quasi 10 milioni di voti. Questo significa che bisogna cambiare", conclude Schifani.

"Ad ottobre, partira' la costituente popolare delle forze moderate che oggi sostengono il governo. Non si trattera' di una fusione di sigle di partito, ma la vera fondazione del grande partito popolare italiano". Ad annunciarlo il responsabile del programma del Nuovo Centrodestra, Renato Schifani, in un'intervista al Giornale di Sicilia. "Oggi, ci troviamo di fronte due destre: una moderata, cattolica, europeista e ancorata ai valori del popolarismo europeo; e un'altra estrema, che sventola la bandiera del 'no euro'. Ecco perche' chiediamo a Forza Italia di decidere da che parte stare. Le chiediamo se vorra' continuare ad andare a braccetto con la Lega, che in Europa fa gruppo comune con il Fronte Nazionale di Marie Le Pen, oppure se vorra' far parte di un progetto politico di una nuova destra moderata e di governo, che si candida a sfidare la sinistra sul piano del cambiamento e dello sviluppo dell'Italia", conclude Schifani.

FORZA ITALIA - "Al senatore Schifani, che ha svolto il ruolo di Presidente del Senato grazie al presidente Berlusconi, vorrei ricordare che la politica non la fanno le sentenze, in un verso o nell'altro, ma la forza delle idee". Lo dichiara la senatrice di Forza Italia, Maria Rizzotti che aggiunge: "Il centrodestra era ed e' fondato sul presidente Berlusconi che puo', lui e soltanto lui, svolgere una funzione di cerniera tra le diverse anime del blocco moderato. Le alchimie della Prima Repubblica appartengono ad un passato che spero non torni piu'". "Inoltre nelle ultime elezioni, nonostante gli sia stato impedito di fare campagna elettorale in modo compiuto, il presidente Berlusconi - prosegue Rizzotti - ha ottenuto un risultato importante. Il Nuovo Centrodestra, benche' al governo, mi sembra abbia ricavato un magro bottino. Forse e' quello il livore che il senatore Schifani non riesce a controllare. In quel caso interroghi se stesso".

Tags:
schifaniforza italia
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”

Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.