A- A+
Politica
berlusconi forza italia

La decisione è stata presa. Salvo colpi di scena dell'ultima ora, Silvio Berlusconi chiederà di svolgere i servizi sociali al Ceis, centro italiano di solidarietà, fondato da don Mario Picchi. La scelta - secondo quanto risulta ad Affaritaliani.it - sarebbe stata suggerita al Cavaliere dai figli, oltre che dai suoi legali, in quanto trattasi di struttura cattolica. Non a caso qualche settimana fa l'ex premier aveva trasferito la sua residenza a Roma. E il Ceis si trova in una zona tranquilla all'Eur, periferia della capitale, esattamente in via Attilio Ambrosini. Berlusconi, condannato a 4 anni per frode fiscale, dovrebbe quindi condividere la misura alternativa alla detenzione, fermo restando la decisione del tribunale di sorveglianza, con Cesare Previti, che svolse i servizi sociali proprio al Ceis di Roma.

Il Centro Italiano di Solidarietà don Mario Picchi promuove attività ed interventi volti a prevenire e contrastare l'esclusione sociale delle persone, con particolare attenzione ai giovani e alla famiglia.

Gli scopi specifici del Centro come si legge sul sito internet del Ceis - sono: promuovere iniziative adeguate a far conoscere specifici bisogni di persone fisiche e istituzioni private onde sensibilizzare la società ad esprimere la propria solidarietà nelle forme più adatte; promuovere, stimolare e finanziare in Italia e all'estero la fondazione e la vita di istituzioni specializzate per l'assistenza e la riabilitazione di diverse categorie di bisognosi e di tossicodipendenti; promuovere, animare e sostenere la costituzione e l'attività di Associazioni locali di solidarietà e di "Gruppi giovanili di solidarietà"; promuovere la formazione permanente, scientifica, professionale ed umana degli operatori del sociale; promuovere la formazione professionale, civica, relazionale e culturale delle persone in stato di disagio; promuovere e realizzare iniziative di formazione e/o aggiornamento del personale della scuola; aiutare il superamento dell'emarginazione attraverso la prevenzione e la rimozione di situazioni di bisogno; promuovere e realizzare iniziative di formazione, avviamento al lavoro, ricerca scientifica e applicata, divulgazione culturale e promozione e sostegno allo sviluppo, di natura nazionale ed internazionale, che abbiano come beneficiari settori sociali svantaggiati, a rischio di esclusione e di altre crisi della salute fisica e sociale; progettare e realizzare attività concrete di volontariato prestate in modo personale, spontaneo e gratutito, tramite la medesima associazione, verso categorie svantaggiate.

Alberto Maggi - @AlbertoMaggi74

Tags:
previtiservizi socialiberlusconi
in evidenza
Hannibal e un maggio bollente Temperature choc fino a 51 gradi

Previsioni meteo

Hannibal e un maggio bollente
Temperature choc fino a 51 gradi

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
smart e ALD Automotive collaborano per creare una piattaforma e-commerce

smart e ALD Automotive collaborano per creare una piattaforma e-commerce


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.