A- A+
Politica
Elezioni nella primavera del 2016? I risultati: chi vince e chi perde


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)


L'ipotesi più probabile è che le prossime elezioni politiche si tengano nella primavera del 2016, una volta completato il percorso di riforme iniziato dal governo Renzi. Al voto tra poco più di dodici mesi, dunque, con la nuova legge elettorale. Che cosa accadrà nelle urne? Affaritaliani.it lo ha chiesto ad Alessandro Amadori, numero uno di Coesis Research e uno dei massimi esperti di sondaggi in Italia.

E' probabile a sinistra la nasciata di una sorta di Tsipras italiana, ovvero una formazione 'rossa' a sinistra del Pd, guidata probabilmente o da Maurizio Landini o da Laura Boldrini. "La coalizione di sinistra potrebbe ottenere il 12%", spiega Amadori. "In tutta Europa ormai c'è una forte area del disagio sociale che sta crescendo intorno ai fondamentali marxiani. La sbornia liberista è finita".

E Grillo? "Il Movimento 5 Stelle ha ancora un certo appeal e potrebbe attestarsi intorno al 18%, che non è poco".

Flop di un eventuale centro formato da Ncd, Udc e Passera, che anon andrebbe oltre il 2 massimo 3%. "Sono del tutto marginali".

Il vero scontro elettorale sarebbe tra il Pd di Renzi e il Centrodestra guidato da Salvini. "Al Partito Democratico andrebbe probabilmente circa il 35-36% dei consensi, mentre al raggruppamento di Salvini il 32-33%". Ci sarebbe quindi, in base all'Italicum, il ballottaggio. Che cosa accadrebbe al secondo turno? Amadori non si sbilancia: "Tutto può essere. In teoria Renzi sarebbe leggermente favorito, ma dire che le possibilità di successo sono 50 a 50. Molti grillini non sono di sinistra e o non andrebbero a votare o sceglierebbero Salvini e non Renzi. Molto dipende dalla comunicazione e soprattutto dai temi economici".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
elezioniamadoripdrenzigrillosinistrasalvinilegacentrodestra
in evidenza
CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

Corporate - Il giornale delle imprese

CDP, ospitato FiCS a Roma
Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


casa, immobiliare
motori
Renault e Mathieu Lehanneur presentano il concept-car della mitica R4

Renault e Mathieu Lehanneur presentano il concept-car della mitica R4


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.