A- A+
Politica
auto blu

"E' stato deciso un taglio del 32 per cento dei costi dell'ufficio di presidenza, un po' piu' della Camera, e' vero, ma non si tratta di un gara". Lo ha detto il senatore di Scelta Civica, Antonio De Poli, al termine della riunione dell'ufficio di presidenza del Senato dedicata alla riduzione delle spese del Senato. L'ufficio di presidenza ha approvato ulteriori tagli ai costi per le indennita' del Presidente, dei vicepresidenti, dei questori, dei segretari d'Aula e dei cosiddetti 'titolari di carica' ovvero presidenti e vicepresidenti delle commissioni. "Il presidente Pietro Grasso ha chiarito che non ci puo' essere alcuna rincorsa al 'taglio' in se' stesso. Il criterio che ci deve ispirare e' quello dell'efficienza", ha concluso De Poli.

SENATO: DA TAGLI RISPARMI PER 4,6 MILIONI DI EURO ALL'ANNO - Riduzione dell'indennita' di carica e della dotazione economica per la segreteria, dimezzamento del contributo per le attivita' di rappresentanza e soppressione del rimborso delle spese di telefonia per i componenti del Consiglio di Presidenza e per i Presidenti di Commissione. Sono queste le misure adottate oggi, all'unanimita', dal Consiglio di Presidenza del Senato. Tali interventi, che si aggiungono alle decisioni gia' assunte dal Presidente Grasso in relazione alla sua dotazione ridotta del 50 per cento, comporteranno una riduzione della spesa complessiva di circa 4 milioni e seicentomila euro all'anno. 

Tags:
spesesenatotaglipresidenza

i più visti

casa, immobiliare
motori
Tecnologica ed elegante nuova DS 4 in arrivo a fine anno

Tecnologica ed elegante nuova DS 4 in arrivo a fine anno


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.