A- A+
Politica
Stranezze Fi: Scajola fuori, Mastella in lista

di Pietro Mancini

Don Claudio Scajola ha protestato per non essere stato incluso da Silvio Berlusconi e dalla Pascale nelle liste di Forza Italia, circoscrizione Nord-Ovest, per le elezioni europee. L'ex ministro è stato assolto "perché il fatto non costituisce reato", nella vicenda dell'acquisto della casa di via Fagutale, a Roma, di fronte al Colosseo. Secondo i giudici del tribunale di Roma, Scajola è innocente perché non sapeva che l’imprenditore Diego Anemone, prosciolto per prescrizione, avesse sborsato, attraverso l’ architetto Angelo Zampolini (che ha patteggiato, a Perugia, 11 mesi per favoreggiamento) parte della somma, versata dall’ex parlamentare (1,1 su 1,7 milioni di euro) per l’acquisto della casa.

Il consigliere politico dell'ex Cavaliere di Arcore, Giovanni Toti, ha sostenuto che Scajola non è stato inserito in lista, "perché la sua vicenda pesa ancora troppo, negativamente", nell'opinione pubblica. Ma, nella lista di "Forza Italia" nelle regioni meridionali, è presente Clemente Mastella. L'ex ministro della Giustizia del secondo governo Prodi, insieme alla moglie, Sandra Lonardo, e ad altri 15 esponenti dell'UDEUR, la scorsa settimana, è stato rinviato a giudizio "per associazione a delinquere".

Secondo il giudice del tribunale di Napoli, Mastella e gli altri ex dirigenti del suo partito avrebbero commesso "una serie indeterminata di delitti contro la pubblica amministrazione, finalizzati al controllo delle attività pubbliche di concorso, per il reclutamento del personale e delle gare pubbliche, per gli appalti e l'acquisizione di beni e servizi, bandite da enti territoriali campani, aziende sanitarie e agenzie regionali, attraverso il compimento di numerosi reati".

Berlusconi e i suoi collaboratori potrebbero spiegare, in primis ai simpatizzanti e agli elettori del loro partito, la disparità di trattamento, riservata ai i due esperti politici, entrambi provenienti dalla DC ? Forse, il Mezzogiorno- i cui problemi non sono in evidenza nell'agenda del governo Renzi- è considerato dal primo partito di opposizione come una sorta di "refugium peccatorum", dove è possibile candidare esponenti, altrove considerati "impresentabili" ? E, infine, non viene mossa alcuna obiezione da parte del tribunale di sorveglianza di Milano, che ha concesso al leader di Forza Italia, condannato in via definitiva per frode fiscale, il beneficio dei servizi sociali, condizionandolo all'osservanza di una serie di condizioni, tra cui la frequentazione di personaggi irreprensibili e liberi da pendenze giudiziarie, soprattutto per reati molto gravi, come l'associazione a delinquere ?

Tags:
fiscajola
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Air France-KLM, firmata partnership commerciale strategica di 10 anni

Scatti d'Affari
Air France-KLM, firmata partnership commerciale strategica di 10 anni


casa, immobiliare
motori
Al Villa D’Este debutta la Mostro Barchetta Zagato Powered by Maserati

Al Villa D’Este debutta la Mostro Barchetta Zagato Powered by Maserati


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.