A- A+
Politica
Pessato (Swg) ad Affari: “Letta e Renzi sono le star del 2014"

Di Tommaso Cinquemani

"Matteo Renzi ed Enrico Letta saranno le star del 2014. Il sindaco di Firenze dovrà consolidare la sua presa sull'elettorato, mentre il premier dovrà dimostrare di sapere governare". Maurizio Pessato, numero uno di Swg, con una intervista ad Affaritaliani.it, analizza gli scenari per il 2014. "Grillo rischia di essere logorato da un lato dalle proteste di piazza dei forconi, dall'altro da una politica che forse ha capito che deve mettersi a lavorare per il bene dei cittadini". E sul futuro di Alfano è ottimista: "Ha buoni margini di crescita tra i moderati, mentre Berlsuconi è condannato a stare a bordo campo". Poi fa una previsione: "Con la scelta di abbracciare l'euroscetticismo la Lega avrà buoni risultati alle Europee"

Quale partito politico o personaggio pubblico sarà la star del 2014?
"Sicuramente Matteo Renzi ha le carte in regola per essere il personaggio dell'anno. Nel 2014 dovrà esprimersi e consolidare il suo potere dimostrando di saper dare seguito alle aspettative che ha sollevato durante la campagna per la segreteria del Partito democratico".

Alfano potrebbe tirare fuori il coniglio dal cappello o non ha il 'quid'?
"Alfano è in una posizione molto difficile, escludo che possa mettere in ombra Renzi. C'è però un altro personaggio pubblico che potrebbe contendere la scena al rottamatore".

Di chi si tratta?
"Come premier Enrico Letta ha la possibilità di dimostrare di avere una buona capacità di governo. Se nel 2014 l'esecutivo andrà avanti spedito con le riforme e saprà gestire bene il semestre di presidenza del Consiglio dell'Eu, allora Letta potrà sperare in qualcosa di più dal 2014".

Lei crede che ci siano buone probabilità che nel 2014 si torni al voto?
"Io credo che sia più facile che si vada a votare nel 2015. Conviene solo a Berlusconi tornare alle urne. Lo stesso Renzi anche se andasse bene alle elezioni, potrebbe ritrovarsi a dover fare i conti con una maggioranza risicata e allora si dovrebbe rivolgere ad Alfano o addirittura a Berlusconi, visto che il Movimento 5 Stelle non è affatto malleabile. A questo punto meglio consolidarsi per un anno".

Lo stesso vale per Alfano con il suo Nuovo Centrodestra?
"Assolutamente sì, il Nuovo Centrodestra è appena nato e nei sondaggi è molto altalenante. Deve avere il tempo di consolidarsi. E' sbagliato fare un paragone con la sorte toccata a Gianfranco Fini che è fuoriuscito in un momento in cui Berlusconi era ancora forte. Adesso il Cavaliere non solo è fuori dal Parlamento, ma la decisione di radicalizzare la lotta politica lascia ampi spazi ad Alfano nel campo dei moderati".

Il Cavaliere tornerà alla carica nel 2014 o è destinato ad una lenta scomparsa?
"Tornerà di sicuro alla carica, ma è difficile che possa avere forme di elevato protagonismo. Di sicuro avrà un largo seguito elettorale, anche del 20%, ma non giocherà in prima persona, starà a bordo campo. Dovrà però cambiare linea: essere meno radicale e più inclusivo".

Casaleggio Grillo
 

Il Movimento 5 Stelle nei sondaggio è molto altalenante, secondo lei  riuscirà a consolidarsi o rischia di perdere consenso?
"Il M5S è forte perché risponde, almeno in parte, alle ragioni di chi protesta contro la crisi e contro questa classe politica incapace. Il problema è che Grillo è nel guado e rischia di essere logorato. Da una parte ha i forconi e gli altri movimenti di protesta extraparlamentari che sono scesi in strada. Dall'altra, non essendo un partito costruttivo, visto che in Parlamento è rimasto alla finestra, è incapace di incidere nella vita del Paese. Gli italiani hanno votato Grillo perché volevano un cambiamento: o sceglie da che parte stare o prima o poi verrà usurato".

A sinistra c'è spazio per altri partiti oltre al Pd?
"Assolutamente sì. L'Italia dei Valori, i Socialisti e Rifondazione hanno margini di crescita. C'è poi il tema del sindacato con la Cgil che deve ritrovare un rapporto con il Pd. Hanno bisogno l'uno dell'altro".

La Lega Nord si è spostata nettamente su posizioni anti-Europee, è un atteggiamento che verrà premiato alle elezioni?
"A maggio, con le elezioni Europee, avremo dei risultati che saranno la cartina di tornasole del 'sentiment' politico. La protesta anti-euro e nazional-populista sarà fortissima in tutta Europa. Dal suo puto di vista la Lega Nord ha preso una scelta saggia abbracciando l'euroscetticismo. In questo modo riesce a resistere alla pressione di altri partiti che criticano l'Unione europea, come il Movimento 5 Stelle e Forza Italia".

 twitter@Tommaso5mani

Tags:
lettarenzigrilloswg
in evidenza
"Io e Massara senza contratto Poco rispettoso da Elliott..."

Milan, Maldini attacca

"Io e Massara senza contratto
Poco rispettoso da Elliott..."

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Design Week 2022: per la prima volta le creazioni del lighting designer Entler

Scatti d'Affari
Design Week 2022: per la prima volta le creazioni del lighting designer Entler


casa, immobiliare
motori
Peugeot E-Rifter, il multispazio elettrico adatto a differenti esigenze

Peugeot E-Rifter, il multispazio elettrico adatto a differenti esigenze


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.