A- A+
Politica

Squallidi e prezzolati trasformisti, solo quando abbandonano il centrosinistra.
De Gregorio, il corpulento ex senatore Pdl, stasera è il protagonista di punta dell' ennesimo "Servizietto", pubblico, of course, che Michele Sant'oro intende fare al Cavaliere, odiato, sempre. Anzi, quasi sempre, perchè, per un breve periodo, Silvio fu il munifico editore di " Michele chi ?".
Oggi coccolato dai progressisti, e dai giornaloni- che pubblicano le sue serenate, cantate alle toghe per spedire in cella il capo del Pdl-l' allora senatore napoletano fu massacrato, quando lasciò IDV di Tonino Di Pietro per avvicinarsi al centro-destra.
I "saltatori della quaglia" sono considerati dei mascalzoni, quando "tradiscono" il centrosinistra. Integerrimi, da ossequiare, quando si alleano con la sinistra.
E D'Alema, oltre agli odiati ex  ministri di Berlusconi, Dini e Mastella, imbarcò nel suo governo persino un fascistone, Misserville, come sottosegretario di Stato.
Lo stesso furbo Max cenò con Bossi e Buttiglione, per convincerli a far cadere il primo esecutivo dell'Uomo di Arcore. E il capo della Lega Nord, da incolto buzzurro di Gemonio al soldo del Cav.venne riabilitato dal primo premier post- comunista come il pensoso leader della "Lega Nord, meritoria costola della sinistra".
E Massimo indusse i compagni a digerire  l'ex "rospo", Lamberto Dini, e a ossequiare il Principe dei ribaltoni, lo statista di Ceppaloni, Mastella, che era stato, violentemente, attaccato dai progressisti, quando si accomodò sulla poltrona di ministro del Lavoro del primo esecutivo berlusconiano.

Pietro Mancini
 

Tags:
pdpdltrasformismo
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Jeep Gladiator: il pick-up da off-road

Jeep Gladiator: il pick-up da off-road


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.