A- A+
Politica
Ue, Renzi a Brunetta: "Risolviamo i problemi creati da voi"

"A noi tocca risolvere problemi che voi avete creato". Cosi' il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ha replicato, durante il question time alla Camera, al capogruppo di Fi, Renato Brunetta che contestava la politica del governo in Europa. "Segnalo che ci troviamo in una situazione che risale a molti anni fa - ha detto Renzi - la Commissione era stata scelta da un governo di cui lei e il suo leader facevate parte - ha aggiunto rivolgendosi a Brunetta. "Se vogliamo discutere del passato siamo disponibili, ma a voi tocca oggi analizzare questi problemi dopo averli causati a noi tocca risolverli".

LEGA NORD - "Ci sono vari modi per relazionarsi ai cittadini, mai come in questo momento e' chiaro che c'e' chi punta sulla rabbia, su messaggi di terrore verso il futuro, e chi invece cerca di rappresentare la realta' e di lavorare per risolvere i problemi. Siamo pronti a parlare di tutto ma senza fare terrorismo mediatico e paura che si ritorce contro chi la fa". Cosi' il premier Matteo Renzi ha risposto a una interrogazione presentata dal leghista Fedriga in aula, che ha chiesto una modifica della legge Fornero sulle pensioni. Renzi ha ricordato al capogruppo del Carroccio che il primo ad aumentare l'eta' pensionabile e' stato l'allora ministro del Lavoro, Roberto Maroni: "Se persino io posso capire l'importante nesso che esiste tra l'innalzamento dell'eta' pensionabile e la disoccupazione, lei potra' ricordare che fu il ministro Maroni ad innalzare l'eta' pensionabile. Nel merito le ricordo invece che un emendamento alla legge di stabilita' di quest'anno ha previsto l'eliminazione delle penalizzazioni previste dalla Fornero".

DUBLINO - "Il regolamento di Dublino e' stato firmato da Scaiola e Maroni, come vittoria per evitare che a difesa della Bossi-Fini, l'Europa mettesse il naso nella nostra legislazione. Il regolamento di Dublino l'avete voluto voi". Lo dice il premier Matteo Renzi durante il question time alla Camera. Nonostante cio', ha sottolineato Renzi, si e' passati da Mare nostrume a Tritone, con il coinvolgimento della Ue.

ILVA - Per Ilva il governo prendera' in considerazione "tutti i tipi di soluzione, da investimenti privati italiani e internazionali, fino ad un intervento pubblico che consenta di affrontare le condizioni ambientali e faccia si' che Ilva torni sul mercato competitiva in Europa". Lo dice il premier, Matteo Renzi, intervenendo alla Camera. Renzi ha premesso che "una politica industriale negli anni passati e' mancata" e ha rivendicato l'azione del governo in una serie di vertenze che hanno caratterizzato le relazioni industriali negli ultimi mesi, da Alitalia a Electrolux, da Gela dell'Eni fino alla Ferriera di Trieste, da Cevital per Piombino alla vertenza Ast che si e' chiusa in questi minuti al Mise. "Il governo e' impegnato in prima linea per consentire a quelle imprese e a quei lavoratori che hanno voglia possibilita' e coraggio per farlo - ha detto - di rimettere in piedi le imprese e le aziende italuiane nonostante i tanti segnali di protesta e di rivendicazione che talvolta vengono da fuori". "E' del tutto evidente - ha aggiunto Renzi - che in un piano industriale nei prossimi anni dobbiamo affrontare le partite senza uno sguardo ideologico. Sulla vicenda di Taranto e Ilva, abbiamo preso in considerazione e lo facciamo e lo faremo nelle prossime ore, tutti i tipi di soluzione: dalla possibilita' di investimenti privati internazionali o nazionali anche la possibilita', per un certo periodo di tempo, di un intervento pubblico che consenta di affrontare le questioni ambientali e contemporaneamente permetta a Ilva di tornare sul mercato una volta che quella azienda torni ad essere, come ha tutte le condizioni per essere, una azienda leader in Europa".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
renzibrunetta
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


casa, immobiliare
motori
Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana

Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.