A- A+
Politica
Un riformatore moderato al Colle. Quello che ci voleva

Di Alberto Maggi 

Trenta minuti di lezione costituzionale. Sergio Mattarella si è presentato alla Camera per il discorso di insediamento con parole sobrie e autorevoli. Il suo settennato sarà un mix fra un'attenta e scrupolosa difesa della Costituzione e una spinta al rinnovamento e alle riforme.

Sostegno quindi al processo di cambiamento avviato dal governo Renzi ma anche nessuna concessione in caso di errori o sviste nella stesura dei decreti e delle leggi. Senza retorica, il Presidente ha ricordato gli ultimi, chi è senza lavoro, chi soffre per la crisi economica. Notevole il passaggio sulla lotta alle mafie e applauditissimo l'appello all'impegno per riportare a casa definitivamente i due marò dall'India. Tema non toccato da Napolitano nel discorso di fine anno.

Mattarella,  stando alle sue prime parole ufficiali, sarà un rigoroso custode della Carta pronto a innovare. Forse quello che ci voleva davvero in una fase di aspra contrapposizione tra un premier che sembra sempre più onnipotente e le opposizioni piccole, divise ma sempre pronte ad alzare i toni dello scontro politico. Mattarella non sembra affatto un uomo della Prima Repubblica ma un moderato riformatore. Lo vedremo alla prova dei fatti. Quando è se ci saranno motivi di tensione con chi lo ha scelto e votato. Per il momento possiamo solo dire tanti auguri di buon lavoro, Presidente. E auguri all'Italia e agli italiani. Ce n'è davvero bisogno.

(@AlbertoMaggi74)

Tags:
mattarellacolleinsediamento
in evidenza
"Cos'è la destra? Cos'è la sinistra?": dalla Milano di Gaber alla Piazza di Ceglie, snodo delle elezioni 2022

La kermesse di Affari dal 26 al 28 agosto - Il programma

"Cos'è la destra? Cos'è la sinistra?": dalla Milano di Gaber alla Piazza di Ceglie, snodo delle elezioni 2022


in vetrina
Scatti d'Affari Primark, inaugurato l'undicesimo punto vendita in Italia

Scatti d'Affari
Primark, inaugurato l'undicesimo punto vendita in Italia


casa, immobiliare
motori
Toyota, rinnova l'app di mobilità intregrata KINTO Go

Toyota, rinnova l'app di mobilità intregrata KINTO Go


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.