A- A+
Politica
Vendola: "Fascisti di m...". Rissa in Puglia

Rissa, ma solo verbale (quella fisica è stata sfiorata) al consiglio regionale pugliese per l'approvazione della legge sulla stabilizzazione dei precari. Poco prima che l’Aula approvasse il testo, dopo quasi sei ore di accesa discussione, prende la parola Nichi Vendola per chiudere il dibattito. Il governatore difende il provvedimento, ma la miccia si accende quando egli ricorda il ruolo insostituibile svolto dai lavoratori precari per portare a pieno compimento l’utilizzo dei fondi Ue. Vendola attacca la "sciatteria" della gestione Fitto, precedente alla sua amministrazione, nella gestione delle risorse comunitarie. Ne sortisce una violenta reazione verbale dai banchi del centrodestra. Il governatore conclude rapidamente e si siede, tra gli applausi dalla folla dei precari presenti alla discussione. Qui si accende un violento scontro verbale. Vendola, secondo quello che riferisce il consigliere di centrodestra Davide Bellomo, sedendo prorompe in un "vaffanculo pezzi di merda". Voto rapido elettronico, durato pochi secondi. I precari battono le mani. Il consigliere Aldo Aloisi (FI), seduto sugli spalti del consiglio, comincia a gridare a mo’ di scherno: "Vendola-Vendola". Il governatore se ne avvede e pronuncia: "Fascisti di merda". La replica di Aloisi è identica: "Ma sentilo, comunista di merda".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
vendolapuglia
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


casa, immobiliare
motori
Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana

Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.