A- A+
Politica

Giorgio Napolitano l'aveva detto chiaramente ieri a Firenze: il Parlamento deve mettersi al lavoro sulla legge elettorale ed entro il 3 dicembre, prima che arrivi la sentenza della Corte costituzionale sul Porcellum. E a tambur battente, questa mattina al Quirinale c'e' stata una riunione tra il presidente della Repubblica, governo e maggioranza.

Al Colle sono saliti i ministri delle Riforme, Gaetano Quagliariello, e dei Rapporti con il parlamento, Dario Franceschini, i capigruppo di maggioranza del Senato, dove la riforma e' incardinata, insieme con la presidente della commissione Affari Costituzionali, Anna Finocchiaro.

L'urgenza ricordata da Napolitano potrebbe contribuire a dare al confronto nella maggioranza la spinta necessaria ad accelerare su un'intesa tra Pd, Pdl e Scelta civica. Il segnale arrivato ieri proprio a palazzo Madama, con il voto sul filo del rasoio del ddl di riforma costituzionale, e' stato letto da molti come un segnale preoccupante. E ad appesantire il clima non e'

solo lo scontro piu' o meno latente tra i partiti di maggioranza, ma le vicissitudini interne alle forze politiche. Il Pdl ancora deve sciogliere i nodi che qualche settimana fa hanno portato il governo sull'orlo della crisi. Scelta civica e' dilaniata. E il Pd e' alle prese con il congresso in cui le riforme, a partire da quella del Porcellum, sono a pieno titolo argomento di battaglia. Non e' un caso che Matteo Renzi batta su questo tasto un giorno si' e l'altro pure.

"Dobbiamo giustificare davanti al nostro elettorato la necessita' di fare accordi con una forza politica il cui leader accumula ulteriori responsabilita', certo da dimostrare. Quello che e' meno chiaro sono i benefici", ha chiarito Paolo Gentiloni. "Se avessimo sull'altro piatto della bilancia un quadro di larghe intese che produce riforme, che riesce a fare una legge elettorale, o a trovare una via d'uscita per la crisi, il rapporto costi-benefici starebbe in equilibrio. Non e' cosi'", ha avvertito l'ex ministro, ora vicino proprio a Renzi.

Tags:
legge elettoralequirinale
in evidenza
"Io e Massara senza contratto Poco rispettoso da Elliott..."

Milan, Maldini attacca

"Io e Massara senza contratto
Poco rispettoso da Elliott..."

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari SEA, Air Canada lancia il collegamento non-stop tra Milano Malpensa e Montreal

Scatti d'Affari
SEA, Air Canada lancia il collegamento non-stop tra Milano Malpensa e Montreal


casa, immobiliare
motori
Peugeot E-Rifter, il multispazio elettrico adatto a differenti esigenze

Peugeot E-Rifter, il multispazio elettrico adatto a differenti esigenze


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.