A- A+
PugliaItalia
gentile elena con vendola

Sono state accreditate ufficialmente a livello nazionale le sezioni di Lecce e Taranto del Registro Tumori Puglia.

A darne notizia, il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, l’Assessore alla Sanità e al Welfare Elena Gentile e il Direttore Generale di ARPA Puglia, Presidente del Comitato Tecnico-Scientifico del Registro, Giorgio Assennato.

“I riconoscimenti ottenuti a livello nazionale - ha commentato Vendola - confermano le scelte e gli investimenti di questo Governo che ha creduto nella necessità di dotarsi di strumenti di elevata qualità per rispondere, al meglio, ai bisogni di salute espressi da ciascun territorio della nostra regione".  

"Abbiamo vinto una sfida – ha aggiunto Vendola – lavorando con determinazione e rigore ad un processo di costruzione di evidenze scientifiche, per sua natura, lungo e complesso e non curandoci dei numerosi attacchi che abbiamo ricevuto in questi anni. Con i risultati ottenuti stiamo mettendo a disposizione, non solo delle strutture di governo, ma dell’intera comunità un patrimonio di conoscenze che ci permette di definire con piena consapevolezza le priorità e le strategie di intervento e garantire compiutamente la tutela della salute”.  

Per l’Assessore Gentile “si tratta di un risultato storico per la nostra regione che allinea il Registro Tumori Puglia al migliore standard qualitativo nazionale e che consente di delineare al meglio le linee di governo e di intervento nella fase di complessiva riorganizzazione del sistema, puntando in particolare  al potenziamento della prevenzione e della presa in carico delle persone malate”.

La Gentile ha poi ringraziato “i direttori dei registri accreditati e di quelli in via di completamento, tutti gli operatori del centro di coordinamento e delle ASL che, con il loro impegno e la loro competenza, hanno contribuito a cogliere questo fondamentale obiettivo”.

Soddisfatto anche il Presidente del Registro Tumori Puglia Giorgio Assennato che ha aggiunto: “i risultati prodotti dai registri di Taranto e di Lecce entreranno a far parte della Banca Dati Nazionale e, a seguito di tale certificazione della elevata qualità e della completezza dei dati, potranno partecipare a programmi di analisi congiunta relativi alle malattie tumorali nel nostro Paese e nella nostra regione”.

L’accreditamento delle prime due sezioni del Registro Tumori Puglia è avvenuto nel corso della XVII riunione annuale dell’Associazione Italiana dei Registri Tumori che si è svolta qualche giorno fa a Bolzano. All’accreditamento possono accedere solo i registri che abbiano completato i dati di incidenza delle malattie neoplastiche per tre anni consecutivi, obiettivo che il Registro Tumori Puglia conta di raggiungere per l’anno prossimo anche per le altre sezioni provinciali.

Il percorso di accreditamento ha visto la Commissione di Valutazione sottoporre ad un lungo esame i registri leccese e tarantino, guidati il primo dalla dr.ssa Anna Melcarne (responsabile della UO Registro Tumori della ASL di Lecce) con il dr. Fabrizio Quarta (direttore della UO di Statistica ed Epidemiologia della ASL di Lecce) e il secondo dal dr. Sante Minerba (direttore della UO di Statistica ed Epidemiologia della ASL di Taranto).

 

Note su Registro Tumori Puglia

Il Registro Tumori Puglia, unico in Italia a garantire la registrazione nell’intero territorio regionale per una popolazione di oltre 4 milioni di abitanti, è stato istituito con Delibera di Giunta Regionale nel 2008, ribadita con la Legge Regionale n. 16 del 2011, prevedendo un centro di coordinamento presso l’IRCCS Oncologico e sezioni provinciali in ciascuna delle ASL. L’avvio delle attività ha avuto tempi diversi nelle province pugliesi: la prima delle sezioni RT Puglia a partire, su specifica indicazione dell’Assessorato alle Politiche della Salute, è stata la ASL di Taranto, seguita dalle ASL BT e Brindisi. All’inizio del 2012 la registrazione dei tumori è stata avviata anche nelle ASL Foggia e Bari, completando la copertura regionale dell’attività, per il periodo 2006-2008, in linea con gli altri registi tumori italiani. Nella ASL di Lecce il registro era nato nel 2006 con un finanziamento della Provincia ed è attualmente parte della rete del Registro Tumori Puglia. Al termine del 2012 è stato prodotto il primo rapporto di attività che presenta i dati di incidenza delle prime quattro province e lo stato di avanzamento dei territori barese e foggiano.

La delegazione pugliese, che ha visto premiato il poster con cui ha presentato al congresso i risultati finora ottenuti, è anche riuscita ad esprimere un proprio rappresentante all’interno del Consiglio Direttivo dell’Associazione, il dr. Vincenzo Coviello, direttore della UO di Statistica ed Epidemiologia della ASL BAT e responsabile del registro provinciale.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
vendolagentileregistro tumorileccetaranto
i blog di affari
Super Green Pass al via: un ricatto, una forma di apartheid
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, l'Italia? Laboratorio del capitalismo terapeutico su scala planetaria
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Lo Sportivo Straniero in Italia: Importante Convegno
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.