A- A+
PugliaItalia
antenna sud

Bari – “Eataly è un’occasione straordinaria è una formula di grande successo non solo in America ma anche in diverse parti d’Italia e per i giovani è una grande opportunità di lavoro”. Un inizio settimana intenso quello che ha coinvolto, nel bene e nel male, la città di Bari. Se da una parte il capoluogo pugliese, come testimoniato dalla dichiarazione del Presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola,  ha inaugurato e festeggiato l’apertura di Eataly, presso la Fiera del Levante di Bari, dall’altra i lavoratori di Antenna Sud hanno continuato a fare i conti con lo stato dei fatti. Solo pochi giorni fa, il Presidente del Consiglio di Amministrazione di Antenna Sud Edivision S.p.A. sino a dicembre 2012, Fabrizio Lombardo Pijola, aveva dichiarato: “E' falso che Antenna Sud abbia chiuso ed è risibile la paventata creazione di posti di lavoro fittizi per ottenere contributi pubblici. E' falso che io abbia investito in Eataly Puglia, disinteressandomi di Antenna Sud”.

LA STORIA: Chiude Antenna Sud/ I precedenti e la lenta agonia/ Stornaiolo: “Trasparenza ineludibile”

Pijola avrebbe precisato in più occasioni di come l'emittente sia regolarmente in onda su quattro canali di estensione regionale, con la promessa di riprendere a breve anche le attività informative, “sia pure con organico ridotto”. Anche senza Mauro Denigris: (l’ex) direttore si era difatti dimesso per solidarietà nei confronti dei colleghi licenziati dall’editore e per non vedere mortificata la sua professionalità, come spiegato dallo stesso Denigris e dall’Assostampa Puglia. Stando all’Associazione della Stampa di Puglia, infatti, nelle intenzioni dell’editore vi sarebbe stata quella “di mandare in onda una fascia informativa quotidiana, avvalendosi di appena due giornalisti, di cui uno nemmeno a tempo pieno, e di servizi acquistati all’esterno”.

A sparigliare le carte Onofrio D’Alesio, ex giornalista di Telenorba, chiamato a riordinare le macerie della testata giornalistica in qualità di nuovo direttore responsabile. A garantirlo la stessa Società Antenna Sud Edivision S.p.A.: “Antenna Sud riprenderà le trasmissioni di servizio mercoledì 31 luglio con l’edizione del Tg delle 14,13 - finestra informativa in diretta ogni giorno dal lunedì al venerdì fino alle 15.00 - e un magazine serale con i principali fatti della giornata". Non poche le perplessità manifestate da Assostampa Puglia:  “I doverosi e sinceri auguri di buon lavoro al nuovo direttore e alla mini redazione giornalistica di Antenna Sud non possono cancellare, alla vigilia della ripresa del tg dopo sette mesi di silenzio, le responsabilità dell'editore dell'emittente, che da aprile scorso è stata ammessa alla procedura di concordato preventivo”. 

“Il rispetto per la professionalità e per la vita delle persone messe per strada e che attendono ancora di vedere pagati gli stipendi da settembre 2012 – ha ricordato l’Associazione - avrebbe dovuto consigliare all'editore toni meno trionfalistici nell'annunciare la ripresa del tg. Nessun abuso o aggiramento delle norme di legge o di contratto sarà tollerato”. Ad Antenna Sud si ritorna in scena insomma, anche se l’impressione è quella dell’ultimo atto.

Tags:
antenna sudpijolad'alesioassostampadirettore
i blog di affari
Separazione, padre assente da 20 anni: così i figli possono chiedere i danni
di Avv. Violante Di Falco *
Covid, per il siero benedetto denunciano i genitori. Così invocano la libertà
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il Vaticano s'è svegliato. Ddl Zan figlio del nuovo ordine rifiuta i dissensi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.