A- A+
PugliaItalia
Antonio Facenna L'anima podolica

"L'eroe della nostra storia" l'ha definito Nichi Vendola, presidente della Regioe Puglia, nel dedicare ad Antonio Facenna il passaggio più significativo e coinvolgente del suo ultimo discorso all'inaugurazione della 78° Campiobaria - Fiera del Levante: 'Mentre mi accingo a congedarmi da un decennio che mi ha succhiato la vita, penso proprio ad Antonio e alla sua generazione e ai suoi sogni e alla sua masseria che diventerà – l’ho promesso ai genitori – una masseria didattica. Se ho fatto qualcosa di buono in questi dieci anni e in tutta una vita, vorrei dedicarlo proprio ad Antonio: è lui l’eroe della nostra storia'.

Il recupero di un video amatoriale, che diventa un cortometraggio, continuerà a raccontarcelo e a farcelo sentire ancora tra noi (ag).

di Geppe Inserra

Antonio Facenna è il giovane allevatore del Gargano, morto durante l'alluvione, mentre cercava di raggiungere la sua azienda e di mettere in salvo il bestiame.

arcobaleno
 

Senonché, il cinema ha un suo modo ineffabile di sottrarre volti, persone, posti, parole alla caducità del tempo, e di consegnarli all’eternità. È qualcosa che avviene a prescindere dalle intenzioni di autori, attori e naturalmente dei posti che vengono rappresentati. Si fanno film per l’oggi, per il presente. Poi avviene qualcosa che improvvisamente li sottrae a quelli che Calvino definiva “i rumori di fondo” dell’oggi.

Antonio Facenna è il protagonista di un film così. Quando Daniele Bisceglia - finissimo filmaker e straordinario documentarista (anche con materiali poveri, è incredibile quel che riesca a fare con un cellulare Lumia 920) ha girato La podolica del Gargano, assieme a Gaetano Narducci e Federico Maggiore, non avrebbe certo immaginato che il suo video si sarebbe avviato per i sentieri dei film che durano, resistono, e diventano in qualche modo eterni. Ma non soltanto perché ne è protagonista Antonio Facenna. C’è qualcosa di più profondo in questo film che mi ha colpito profondamente, pensato dal Carpino Folk Festival, raccontato da Daniele Bisceglie e prodotto dalla Fondazione Una storia con il Sud.

“Tutte le volte che lavoro al caciocavallo, con le mani nell’acqua calda, spesso bollente, penso ai gesti di mio padre gli stessi che furono di mio nonno, del padre di mio nonno. Gesti di una tradizione che ci entusiasma, ci appassiona e non ci abbandona mai. O forse siamo noi a non volerla abbandonare”, conclude la voce narrante. Nel film di Bisceglia c’è quel cuore profondo e antico del Gargano che Carpino Folk Festival ha esaltato soltanto un mese fa, con la sua geniale intuizione dello Spiritus Mundi. C’è l’idea che il nostro futuro non può che stare nelle nostre radici, nella nostra tradizione.

facenna gargano maialino
 


Allora, non è  soltanto una straordinaria coincidenza che a dircelo sia Antonio Facenna, col suo volto e col suo cuore, strappato alla vita terrena mentre tentava di portare soccorso alle sue vacche podoliche. Antonio resisteva, sforzandosi fino all'ultimo respiro di difendere “quella tradizione che ci entusiasma, ci appassiona e non ci abbandona mai.”

Così come non è una coincidenza, ma un tenerissimo, struggente presagio di futuro, l’immagine che conclude il cortometraggio: un arcobaleno. La speranza dopo la tempesta. Il cuore del Gargano che adesso batte anche più forte. Grazie ad Antonio Facenna.

(da Lettere Meridiane)

--------------------------

Leggere anche: La prospettiva futura della Taranta Nel passato…

Iscriviti alla newsletter
Tags:
facennagarganopodolicaanimaalluvioneinserrabisceglie
i blog di affari
Italia 2^ in UE per abbandono universitario
Massimo De Donno
Super Green Pass, boom di disdette: la distruzione di economia e lavoro
L'OPINIONE di Diego Fusaro
ETICA E GIORNALISMO, AIUTI EUROPEI PER REGIONI E CULTURA
Boschiero Cinzia
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.