A- A+
PugliaItalia
NP Service, 'Libera' a Landella Presto Osservatorio sulla criminalità

“La notizia della tentata rapina alla ditta di vigilanza NP Service – si legge in una nota diffusa dall'Associazione Libera di Foggia – non può che indurci ad una riflessione profonda sulla situazione della criminalità nella nostra città. Assistiamo a due fenomeni preoccupanti: da un lato, gli episodi criminosi si moltiplicano e diventano sempre più eclatanti, come confermano le autobombe e il recente fatto delittuoso. Dall’altro lato, le inchieste dimostrano l’esistenza di una criminalità dei colletti bianchi, più silenziosa ma non meno pericolosa".

"Un tessuto socio-economico degradato a causa delle pervasive infiltrazioni mafiose genera inevitabilmente gli episodi denunciati. È facile in queste occasioni indignarsi per la violenza della delinquenza locale e invocare la presenza dello Stato. Ma lo Stato siamo noi e non possiamo illuderci che le forze dell’ordine da sole possano risolvere il problema. Siamo sicuri che il Prefetto di Foggia, sempre attenta a quanto accade in città, stia già pensando alle misure da prendere rispetto a questa criminalità sempre più violenta ed armata".

Landella Mongelli
 



"Serve però anche una presa di coscienza collettiva. Sono imprescindibili la denuncia dei comportamenti mafiosi e il rifiuto netto di ogni compromesso con l’illegalità. È inutile lamentarsi della presenza della criminalità, se poi dimentichiamo che essa prolifera grazie alla nostra indifferenza. Dobbiamo invece ricordare che la città è nostra e che solo insieme possiamo spezzare le catene del giogo criminale. Dobbiamo ripensare alla città come a uno spazio di libertà e di solidarietà in cui contrapporre la moralità del noi all’immoralità dei profitti criminali. Chiediamo ai cittadini di non rassegnarsi allo status quo e di sostenerci nelle nostre iniziative".

 

assalto np chiodi
 

"Al sindaco Franco Landella proponiamo la convocazione immediata dell’Osservatorio sulla criminalità, ritenendolo l’unico strumento di consultazione reale con la città sulle tematiche dell’antimafia sociale e in grado di garantire l’elaborazione di una posizione, che il sindaco potrà esprimere nell’eventuale convocazione presso il Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica".

"Chiediamo anche di istituire rapidamente la Consulta per la legalità e di accelerare al massimo i tempi di adozione della delibera “trasparenza a costo zero”, che darebbe un segnale forte all’intera città. In tal senso, l’adozione da parte dell’intera Giunta di un codice etico, quale ad esempio la Carta di Pisa, manifesterebbe una volontà netta di contrasto alle illegalità. Solo praticando ogni giorno l’antimafia sociale e facendolo tutti insieme potremo sconfiggere le mafie e riappropriarci di ciò che esse ci hanno tolto”.

Tags:
liberafoggianp servicesindacolandellaosservatorio
Loading...
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Riapre la discoteca del Just Cavalli Milano, meeting point deluxe
Paolo Brambilla - Trendiest
AUTOSTRADE E LA TRAPPOLA SEMANTICA
Bepi Pezzulli
Divani & Divani by Natuzzi fa sempre la differenza per innovazione tecnologica
Paolo Brambilla - Trendiest
i più visti

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.