A- A+
PugliaItalia
Bari - Celle S. Vito: è gemellaggio Capoluogo e Monti Dauni

È stato sottoscritto nella sala giunta di Palazzo di Citta, dal vicesindaco di Bari Alfonso Pisicchio e dal sindaco di Celle di San Vito (FG) Maria Giannini, l’accordo di gemellaggio tra il Comune di Bari e quello di Celle, il più piccolo comune pugliese, che conta solo 170 abitanti.

L’accordo tra le due città, frutto dell’iniziativa dell’agenzia di Sviluppo dei Monti Dauni  “Gal (Gruppo d’Azione Locale) Meridaunia”, è finalizzato ad incrementare la collaborazione istituzionale e culturale in chiave turistica e ad elaborare nuove strategie di sviluppo del territorio attraverso il coinvolgimento di soggetti socio-economici locali, pubblici e privati.

04 04 14 gemellaggio bari celle san vito 1
 

All’incontro con la stampa sono intervenuti anche il sindaco di Faeto Antonio Melillo e amministratori del comune di Castelluccio Valmaggiore, città coinvolte nell’evento promozionale del Gal Meridaunia “Monti Dauni, la Puglia da scoprire” in programma dal 25 al 27 aprile prossimi, e Alberto Casoria, presidente del Gal.

“Il gemellaggio - ha dichiarato il vicesindaco Pisicchio - sancisce la capacità di  queste amministrazioni di coordinarsi e la volontà di collaborare per la crescita di un territorio incantevole a poca distanza dal capoluogo di regione, dimostrando al contempo la vicinanza dell’amministrazione del capoluogo agli abitanti di questi piccoli centri urbani”.

04 04 14 gemellaggio bari celle san vito
 

“E'  la prima volta - ha osservato il sindaco Giannini - che un comune piccolo come quello che amministro è coinvolto in un progetto di così ampio respiro. E il mio ringraziamento va al Comune di Bari, che ha accettato con entusiasmo l’invito del Gal Meridaunia consentendo così al nostro territorio, così particolare e quasi sconosciuto, di compiere un innegabile salto di qualità”.

Il sindaco Melillo ha ricordato le potenzialità attrattive dell’area, in particolare tranquillità, qualità dell’ambiente, genuinità dei prodotti alimentari, storia millenaria e tradizioni secolari ancora vive.

“Il Gal - ha concluso Casoria - invita gli amministratori baresi a proseguire il lavoro di programmazione a lungo termine intrapreso grazie a quest’intesa, volto a valorizzare e a restituire dignità alle ‘aree interne’ già previste dalle istituzioni europee”.

(gelormini@affaritaliani.it)

Celle s.vito
 
Iscriviti alla newsletter
Tags:
barigal meriduaniaemilianocelle s. vitofaetomonti dauni
i blog di affari
Interessi e Fisco: strana differenza tra quando chiede e quando paga
I mercati auspicano una donna come capo dello Stato: Belloni o Cartabia
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
CONSULTAZIONI EUROPEE, PROGETTI PER BIBLIOTECHE, SCUOLE E GLI OVER 65
Boschiero Cinzia
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.