A- A+
PugliaItalia
Bari, recupero P.za Umberto parte dall'Edificio ex Goccia del atte

L’edificio storico ex Goccia del latte, in piazza Umberto I, sarà ristrutturato e restaurato dal Comune di Bari. La Giunta comunale ha approvato il progetto preliminare, con relativo impegno di spesa, che consentirà in tempi rapidi di procedere con la fase esecutiva e il conseguente appalto dei lavori. I dettagli del progetto sono stati illustrati a Palazzo di Città dal sindaco Michele Emiliano e dal presidente del Comitato piazza Umberto, Lorenzo Scarcelli.

L’intervento prevede il restauro delle superfici dei quattro prospetti, sia quelle lisce sia quelle decorate in stucco e maioliche; il risanamento delle pareti interne ed esterne; l’impermeabilizzazione del lastrico solare; nuova pavimentazione in pietra di Soleto e nuovi cordoni in pietra di Trani; rimozione cavi e cassette Enel in disuso e verniciatura in smalto su opere in ferro, che verranno spolverate, ripulite e levigate. La somma stanziata per la realizzazione del progetto è di 99mila euro.

“Piazza Umberto – ha dichiarato il sindaco Emiliano - è stata oggetto di tante discussioni in questi anni di governo della città. Le teorie sono state le più diverse, si è persino lanciato un concorso di progettazione. Ricordo che, quando avevo 10 anni e andavo alla Mazzini, questa piazza era degradata, assistevamo agli esordi dello spaccio e della prostituzione anche in pieno giorno, era un luogo dal quale le mamme ci tenevano lontani. Negli anni ‘70-‘80 divenne una piazza politica, soggetta quindi ad altro tipo di controllo. Negli anni ‘80 fu chiusa al traffico, divenendo uno dei primi grandi spazi pubblici pedonali della città. Poi c'è stato l’avvento del fenomeno dei migranti che, generalmente, hanno l’abitudine di sostare vicino alle stazioni in attesa che il destino gli sorrida, forse perché il loro pensiero è sempre rivolto alla partenza e al ritorno a casa".

Goccia latte2
 

"Questa è anche la piazza della “famosa” ordinanza che consente alle Forze dell’Ordine di intervenire prima che si determini una situazione di pericolo", ha peroseguito Emiliano, "ove si riscontri un “controllo del territorio” da parte di bande che sostino con fare minaccioso. ‎La piazza, che si trova tra la stazione e l’università, veniva infatti contesa da diversi gruppi, per piccolo spaccio o attività illegali  e, grazie all’ordinanza, abbiamo offerto alle Forza dell’Ordine uno strumento in più per contrastare questi fenomeni e prevenirli. In questi mesi sono stati diversi gli interventi della polizia che, con l'aiuto dei cittadini, hanno individuato i meccanismi di spaccio, intervenendo e arrestando i colpevoli".

"Oggi, però, siamo qui per annunciare un intervento che mira a rendere piazza Umberto un luogo più bello e curato, grazie alla riqualificazione dell’edificio storico ex Goccia del latte. Anche in questo caso, abbiamo agito partendo dal basso, lavorando in sinergia con il Comitato di cittadini.  L’evento di oggi è un ringraziamento a chi da anni vive in quella piazza, soffre quando le condizioni sono critiche e propone soluzioni ai problemi”.

Emiliano racconta anche la ragione del nome Goccia del latte: “Mi spiegarono che a Bari, soprattutto in alcuni ceti, c’era il problema di come allattare i bambini. Dal 1922, per circa cinquant’anni, le nutrici, molte delle quali originarie del Veneto, operavano in quella struttura a sostegno delle famiglie baresi e, grazie a quell’attività, crebbero bene molti bambini. Sono passati gli anni, e la Goccia del latte chiuse nel 1977. Quando sono diventato sindaco, nel 2004, l’edificio ospitava già la  Fidas, la federazione dei donatori di sangue, che è stata molto collaborativa in previsione di questi lavori perché consapevole che la struttura che li ospita è un gioiello architettonico da recuperare”.

Emilianosaluto
 

Il sindaco conclude rivolgendosi al presidente Lorenzo Scarcelli: “Per me era importante mantenere l'impegno preso con il Comitato, avevo detto che avrei lavorato sino all'ultimo giorno da sindaco e così sto facendo. È stata molto utile questa collaborazione col Comitato di cittadini, perché nessuno conosce meglio un luogo di chi vi abita. Un particolare grazie agli uffici comunali e a tutti coloro che hanno collaborato a questo progetto. Spero che, anche con la prossima amministrazione, il comitato abbia desiderio di proseguire il lavoro intrapreso”.

Soddisfazione è stata espressa anche da Lorenzo Scarcelli: “Il Comitato piazza Umberto è contentissimo di questo impegno assunto oggi con la delibera di Giunta. Questa piazza è importante per noi e crediamo che l’intervento di riqualificazione possa consentirci di ribadire il principio che "il bello chiama il bello". Auspichiamo dunque una rapida realizzazione del progetto. Spero che la prossima amministrazione comprenda che una formula positiva per la piazza possa essere organizzare spettacoli ed eventi culturali tutto l'anno. Auspico anche che le aree pedonali vengano estese, come già fatto in via Argiro, e che il giardino di piazza Umberto venga valorizzato. Solo in questa maniera diverrà, per il centro, un luogo bello in grado di accogliere le diverse culture presenti in città, senza il bisogno di ricorrere alla sola presenza di poliziotti h24. Ho visto molti agenti in borghese impegnati in questo periodo, che hanno assicurato alla giustizia diversi spacciatori; così come c’è stata grande collaborazione con i geometri comunali grazie ai quali abbiamo ripristinato i giochi che venivano, purtroppo, manomessi. Molto ancora c’è da fare, ma la strada intrapresa è quella giusta”.

(gelormini@affaritaliani.it)

 

Tags:
bariemilianopiazza umbertogoccia del latteedificioliberty
Loading...
i blog di affari
Casaleggio e i 5Stelle: quel sospetto sulle ricandidature
Premio Golia 2021: straordinaria partecipazione
Laurea bruciando i tempi? Prima bisogna risvegliare la passione per la cultura
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.