A- A+
PugliaItalia
Barletta, 'Je suis CHARLIE' La sfida senza tempo

Giovedì 8 gennaio 2015 – Tra le tante manifestazioni e dichiarazioni di solidarietà ai colleghi, alle famiglie e agli amici delle vittime di Parigi, Affaritaliani.it - Puglia ha scelto quella del sindaco di Barletta, Pasquale Cascella, per rappresentare il sentimento comune: “Quel che è accaduto a Parigi suscita orrore e indignazione. Chi ha attraversato gli anni di piombo deve aver sentito anche qualche fremito. Come allora il terrorismo va contrastato riconoscendoci nelle ragioni di chi ne è vittima. E combattendolo alla stregua di un crimine nei confronti dei diritti dell'uomo".

Cascella TGR
 

 

"Tutti gli uomini, nel segno della cultura dei valori che la Rivoluzione francese ha diffuso in Europa. Ecco perché anche a Barletta, la città della Disfida tra tredici cavalieri italiani e tredici d’oltralpe, oggi non possiamo non dirci tutti francesi".

 

"Per la stessa ragione credo si debba raccogliere la proposta che durante i funerali delle vittime francesi l'Intera Europa si fermi in un grande momento di solidarietà e di fermezza democratica. Unendoci nel dire ciascuno di noi: Je suis Charlie”.

 

(gelormini@affaritaliani.it)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
bartacascellacharliesfidaterrorismo
i blog di affari
Covid: gettata la maschera, Mario Monti: "Trovare modalità meno democratiche"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, Lancet smonta le tesi che stigmatizzano i non vaccinati
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Draghi-Schwab, vis a vis due protagonisti dell'ordine neoliberale filobancario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.