A- A+
PugliaItalia
Benvenuti sul ponte 'Adriatico' Tanto rumore per nulla...!

 

Il sindaco Antonio Decaro e l’assessore alla Toponomastica Angelo Tomasicchio hanno annunciato, ai piedi del ponte dell’Asse Nord-Sud, l’esito del sondaggio cittadino realizzato per nominare l’opera inaugurata lo scorso 10 settembre.

ponte strallato Bari
 

 

“Benvenuti sul ponte “Adriatico” - ha detto il sindaco di Bari - è questo il nome scelto dai cittadini baresi attraverso il sondaggio online appena concluso. Il mare Adriatico è un mare che unisce e non divide, unisce l’Oriente con l’Occidente, richiama la vocazione commerciale di questa città, la Fiera del Levante che attraverso l’Adriatico guarda ai Balcani, richiama la traversata dei 62 marinai che traslarono le reliquie di San Nicola, evoca l’arrivo della nave Vlora che 25 anni fa approdò nel porto della nostra città con ventimila donne e uomini albanesi”.

 

Ponte Renzi Lorusso
 

“È andata molto bene sul web - ha aggiunto Angelo Tomasicchio - i cittadini hanno dato una grande prova di partecipazione. Hanno chiesto di poter scegliere il nome di questa grande opera e l’amministrazione ha dato loro questa opportunità. Tra i nove nomi individuati dalla commissione, circa il 25% dei partecipanti ha scelto il nome Adriatico, seguito dal ponte delle Libertà e, infine, da Attilio Alto, primo rettore di entrambe le università cittadine”.

FullSizeRender
 

 

Si ricorda che la commissione, composta dai rettori dell’Università “Aldo Moro” e del Politecnico di Bari, Antonio Uricchio ed Eugenio Di Sciascio, dal sovrintendente per i Beni archeologici della Puglia, Luigi Larocca, e dal presidente della Società di Storia Patria per la Puglia, Pasquale Corsi, aveva individuato nove nomi sottoposti al sondaggio online.

 

"Molto rumore per nulla..." è il commento a caldo raccolto ai piedi del ponte a poche ore dall'annuncio leggibile anche sui video-schermi agli ingressi del ponte stesso, con chiaro riferimento alla celebrazione - nel 2016 - dei 400anni dalla morte del celebre drammatrgo e poeta inglese, William Shakespeare.

san nicola di bari
 

Un'occasione persa per recuperare, nel novero di ipotesi per dare un nome al nuovo "Ponte strallato" del cosiddetto asse Nord-Sud, quella esclusa di chiamarlo "Ponte della Città di San Nicola", per fare di Bari il polo devozionale e promozionale di tutte le città al mondo consacrate, in qualche modo, al Santo di Mira.

Facendone un originale palcoscenico interattivo per un "gioco di sponda a catena", capace di ospitare ogni anno immagini e riferimenti a una o più città nel mondo nel segno di San Nicola. Un catalizzatore di processi relazionali nel segno del Santo "più trasversale" tra i fedeli diversamenti declinati.

Una proposta che Affaritaliani.it - Puglia aveva rilanciato, facendo appello al sindaco Antonio Decaro e all'intero Consiglio Comunale, nella speranza che "lo sguardo dal ponte"  potesse indirizzarsi più su un futuro pro-attivo, che su un passato o presente nostalgico, magari glorioso, ma sterilmente solo celebrativo.

(gelormini@affaritaliani.it)

------------------------------

Pubblicato sul tema: Bartolomeo I battezzi idealmente 'Il ponte della Città di San Nicola'

                               Bartolomeo I a Bari per S. Nicola Il ponte dell'occasione mancata

Tags:
ponte bari asee nord sud adriatico antonio decaroponte adriatico angelo tomasicchio bari occasione perduta città san nicola
i blog di affari
Sistemi di raccomandazione in retail ed education con aKite e SocialThingum
di Francesco Epifania
Cav in campo per le Comunali: "Con Salvini intesa su tutto"
"Ecco il nostro compito: un partito repubblicano"
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.