BITAC 2013 - Borsa italiana del turismo cooperativo e associativo
Bari, 28 e 29 novembre 2013
Intervento Assessore ANTONIO MARIA VASILE

Ospitare a Bari la sesta edizione della prestigiosa Borsa Italiana del Turismo Cooperativo e Associativo è motivo di orgoglio per il Sindaco Michele Emiliano e per la sua Giunta, che oggi qui rappresento. Ma è anche una nuova chance per la promozione del nostro territorio in segmenti turistici che, seppur definiti “altri”, rappresentano una importante occasione di crescita e di sviluppo.
Devo ringraziare vivamente l’Alleanza delle cooperative italiane (Legacoop, Confcooperative e Agci) per aver scelto la nostra città quale vetrina nazionale delle imprese dell’offerta turistica cooperativa.

Seguirò con grande attenzione il workshop di questa mattina e le “istruzioni per l’uso” dei vostri turismi – culturale, rurale ed enogastronomico e sociale.
L’autorevolezza e il prestigio dei relatori ci arricchirà di curiosità e di conoscenza perché il mio assessorato al Marketing Territoriale sia sempre più rifornito di strumenti per promuovere Bari quale luogo dell’accoglienza turistica a 360 gradi.

Il destino turistico della Città di Bari è oggetto di ampio dibattito, ma è inconfutabile il fatto che Bari sia e rimanga la prima destinazione turistica della Regione.
Impostare, pertanto, azioni e buone pratiche che sviluppino i flussi turistici verso la nostra città diventa un impegno prioritario dell’Amministrazione comunale e del mio assessorato.
Questo lavoro di composizione del “prodotto turistico” deve prevedere una forte sinergia tra il mio assessorato, tutte le strutture comunali e gli attori della filiera turistica riuniti nelle più importanti associazioni di categoria (Federalberghi, Confindustria, Confcommercio, Alleanza delle cooperative italiane) con la stretta collaborazione dell’Agenzia regionale Puglia Promozione.

comune bari
 

BITAC 2013 - Borsa italiana del turismo cooperativo e associativo
Bari, 28 e 29 novembre 2013
Intervento Assessore ANTONIO MARIA VASILE

Ospitare a Bari la sesta edizione della prestigiosa Borsa Italiana del Turismo Cooperativo e Associativo è motivo di orgoglio per il Sindaco Michele Emiliano e per la sua Giunta, che oggi qui rappresento. Ma è anche una nuova chance per la promozione del nostro territorio in segmenti turistici che, seppur definiti “altri”, rappresentano una importante occasione di crescita e di sviluppo.
Devo ringraziare vivamente l’Alleanza delle cooperative italiane (Legacoop, Confcooperative e Agci) per aver scelto la nostra città quale vetrina nazionale delle imprese dell’offerta turistica cooperativa.

Seguirò con grande attenzione il workshop di questa mattina e le “istruzioni per l’uso” dei vostri turismi – culturale, rurale ed enogastronomico e sociale.
L’autorevolezza e il prestigio dei relatori ci arricchirà di curiosità e di conoscenza perché il mio assessorato al Marketing Territoriale sia sempre più rifornito di strumenti per promuovere Bari quale luogo dell’accoglienza turistica a 360 gradi.

Il destino turistico della Città di Bari è oggetto di ampio dibattito, ma è inconfutabile il fatto che Bari sia e rimanga la prima destinazione turistica della Regione.
Impostare, pertanto, azioni e buone pratiche che sviluppino i flussi turistici verso la nostra città diventa un impegno prioritario dell’Amministrazione comunale e del mio assessorato.
Questo lavoro di composizione del “prodotto turistico” deve prevedere una forte sinergia tra il mio assessorato, tutte le strutture comunali e gli attori della filiera turistica riuniti nelle più importanti associazioni di categoria (Federalberghi, Confindustria, Confcommercio, Alleanza delle cooperative italiane) con la stretta collaborazione dell’Agenzia regionale Puglia Promozione.

comune bari
 

BITAC 2013 - Borsa italiana del turismo cooperativo e associativo
Bari, 28 e 29 novembre 2013
Intervento Assessore ANTONIO MARIA VASILE

Ospitare a Bari la sesta edizione della prestigiosa Borsa Italiana del Turismo Cooperativo e Associativo è motivo di orgoglio per il Sindaco Michele Emiliano e per la sua Giunta, che oggi qui rappresento. Ma è anche una nuova chance per la promozione del nostro territorio in segmenti turistici che, seppur definiti “altri”, rappresentano una importante occasione di crescita e di sviluppo.
Devo ringraziare vivamente l’Alleanza delle cooperative italiane (Legacoop, Confcooperative e Agci) per aver scelto la nostra città quale vetrina nazionale delle imprese dell’offerta turistica cooperativa.

Seguirò con grande attenzione il workshop di questa mattina e le “istruzioni per l’uso” dei vostri turismi – culturale, rurale ed enogastronomico e sociale.
L’autorevolezza e il prestigio dei relatori ci arricchirà di curiosità e di conoscenza perché il mio assessorato al Marketing Territoriale sia sempre più rifornito di strumenti per promuovere Bari quale luogo dell’accoglienza turistica a 360 gradi.

Il destino turistico della Città di Bari è oggetto di ampio dibattito, ma è inconfutabile il fatto che Bari sia e rimanga la prima destinazione turistica della Regione.
Impostare, pertanto, azioni e buone pratiche che sviluppino i flussi turistici verso la nostra città diventa un impegno prioritario dell’Amministrazione comunale e del mio assessorato.
Questo lavoro di composizione del “prodotto turistico” deve prevedere una forte sinergia tra il mio assessorato, tutte le strutture comunali e gli attori della filiera turistica riuniti nelle più importanti associazioni di categoria (Federalberghi, Confindustria, Confcommercio, Alleanza delle cooperative italiane) con la stretta collaborazione dell’Agenzia regionale Puglia Promozione.

comune bari
A- A+
PugliaItalia
Vasile A
 

BITAC 2013 - Borsa italiana del turismo cooperativo e associativo
Bari, 28 e 29 novembre 2013
Intervento Assessore ANTONIO MARIA VASILE

Ospitare a Bari la sesta edizione della prestigiosa Borsa Italiana del Turismo Cooperativo e Associativo è motivo di orgoglio per il Sindaco Michele Emiliano e per la sua Giunta, che oggi qui rappresento. Ma è anche una nuova chance per la promozione del nostro territorio in segmenti turistici che, seppur definiti “altri”, rappresentano una importante occasione di crescita e di sviluppo.
Devo ringraziare vivamente l’Alleanza delle cooperative italiane (Legacoop, Confcooperative e Agci) per aver scelto la nostra città quale vetrina nazionale delle imprese dell’offerta turistica cooperativa.

Seguirò con grande attenzione il workshop di questa mattina e le “istruzioni per l’uso” dei vostri turismi – culturale, rurale ed enogastronomico e sociale.
L’autorevolezza e il prestigio dei relatori ci arricchirà di curiosità e di conoscenza perché il mio assessorato al Marketing Territoriale sia sempre più rifornito di strumenti per promuovere Bari quale luogo dell’accoglienza turistica a 360 gradi.

Il destino turistico della Città di Bari è oggetto di ampio dibattito, ma è inconfutabile il fatto che Bari sia e rimanga la prima destinazione turistica della Regione.
Impostare, pertanto, azioni e buone pratiche che sviluppino i flussi turistici verso la nostra città diventa un impegno prioritario dell’Amministrazione comunale e del mio assessorato.
Questo lavoro di composizione del “prodotto turistico” deve prevedere una forte sinergia tra il mio assessorato, tutte le strutture comunali e gli attori della filiera turistica riuniti nelle più importanti associazioni di categoria (Federalberghi, Confindustria, Confcommercio, Alleanza delle cooperative italiane) con la stretta collaborazione dell’Agenzia regionale Puglia Promozione.

comune bari
 

Bari può vantare una molteplicità di offerta turistica potenziale (in alcuni segmenti già espressa): città moderna con grandi infrastrutture, città degli affari e dei grandi eventi, città con una spiccata dimensione culturale, città del divertimento e delle mode giovanili, città congressuale e incentive, una tradizione storica importante, una vocazione religiosa internazionale, una strepitosa gastronomia, 42 chilometri di costa ben attrezzata per la balneazione. Questo ricco menù è necessario per rendere appetibile il prodotto turistico “Bari”.

Bari è pronta ad accogliere il turista che ha già scelto la Puglia per le sue vacanze, quello che transita dalla nostra terra per raggiungere i Paesi adriatici frontalieri e/o viceversa, quello ospite potenziale per motivi religiosi o per seguire eventi di spettacolo, cultura, sport e shopping. Il nostro obiettivo è favorire il prolungamento dei tempi di transito con lo slogan “fermati almeno uno/due giorni a Bari”, parafrasato da un vecchio programma di promozione del turismo giovanile denominato “Stop Over in Bari”.

La bellezza e l’attrattiva turistica sono le nostre due categorie di riferimento, perché, se seguite con intelligenza e allargate all’intero territorio cittadino, saranno utili anche al marketing finalizzato ad attrarre investimenti, quindi economia, quindi lavoro.
Chiudo ricordando che stiamo lavorando alla redazione di una Carta dell’Accoglienza che possa essere condivisa da tutti gli attori della filiera turistica della città.
Essa diventerà il codice etico di Bari, città accogliente e generosa.

Tags:
vasileinterventobitacbarisindaco
i blog di affari
Separazione, padre assente da 20 anni: così i figli possono chiedere i danni
di Avv. Violante Di Falco *
Covid, per il siero benedetto denunciano i genitori. Così invocano la libertà
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il Vaticano s'è svegliato. Ddl Zan figlio del nuovo ordine rifiuta i dissensi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.