A- A+
PugliaItalia
Case di Cura Riunite Un anno in gazebo

“E’ inammissibile constatare che la vostra situazione lavorativa non sia ancora migliorata. Il futuro sindaco di Bari dovrà dare risposte a chi non ha più lavoro a causa della crisi e si trova in condizioni di disagio. Saranno necessari gesti concreti e soluzioni innovative: non è più il tempo per le promesse da 30.000 nuove assunzioni e per preoccuparsi solo del riutilizzo della Caserma Rossani. Purtroppo senza lavoro non c’è futuro. Anche per la nostra città”. Lo ha detto Giacomo Olivieri, candidato sindaco e presidente di Realtà Italia, alla rappresentanza dei 430 lavoratori delle ex Case di Cura Riunite che giorno e notte, da un anno, animano il gazebo allestito per protesta a Bari, sotto la sede del Consiglio regionale.

“Oggi per noi è un giorno di lutto. Per ricordare il nostro primo anno da ‘accampati’ ha detto Vito Matinelli, presidente del Comitato di lotta permanente “Gli invisibili ex CCR in mobilità” – abbiamo preparato una grande torta decorata con nastri viola perché da quando abbiamo montato il gazebo non è accaduto nulla. I politici non si sono attivati per risolvere la nostra vertenza, in tanti  ci passano davanti e abbassano la testa o fanno finta di parlare al telefono. Dal gennaio 2013 non hanno speso per noi nemmeno una goccia di inchiostro. L’unica cosa che ci ripetono è che mancano i fondi”.

Olivieri al gazebo ex CCR  sede Consiglio Regionale
 

“In tutti questi anni ha aggiunto Franco Forziati, altro esponente del comitato ci hanno fatto frequentare corsi su corsi ma non siamo mai stati indirizzati verso la ricollocazione. Siamo serviti per dare una mano a risolvere la crisi del settore della formazione professionale. E’ una vergogna: molti di noi hanno superato i cinquant’anni e non riescono a soddisfare i bisogni primari delle loro famiglie. I politici ci hanno abbandonati e non rispondono alle nostre domande: probabilmente potrebbero farlo ma solo in maniera negativa, il che equivarrebbe a una sconfitta per tutti loro. Oggi avevamo invitato al taglio della torta  tutte le autorità regionali, provinciali e cittadine, compresi i candidati alle prossime elezioni per il sindaco di Bari,  è venuto solo Giacomo Olivieri a cui va il nostro più sentito ringraziamento per la solidarietà espressa”.

Tags:
regionebaricase di curaolivierigazebo
i blog di affari
Tosare il cane d’estate: una pratica inutile e dannosa
Anna Capuano
allenare la mandibola: Benefici ed esercizi
Anna Capuano
Milano: Convegno per un maggior dialogo tra Ente e cittadino
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.