A- A+
PugliaItalia
Cea torna in campo e guida Ncd: “Basta con una dirigenza distante”

Bari – Ninni Cea ancora in campo, a destra ma dall’altra parte della barricata. “Ora serve aprire una riflessione seria e qualcuno dovrà dare le dimissioni", aveva tuonato contro la governance azzurra, ad urne delle Comunali ancora fumanti. Tuttavia, la frattura non si è sanata e l’ex coordinatore delle opposizioni a Palazzo di Città, ex assessore e forzista di lungo corso torna in prima linea da segretario cittadino, annunciando il passaggio tra gli alfaniani di Massimo Cassano: “Ci sono dei dati che qualcuno, a Bari e in Puglia, continua ad ignorare e che invece devono essere analizzati, sezionati se si vuole riportare in questa terra la passione e l'orgoglio di far politica in forze moderate e riformiste”, spiega in conferenza stampa, “Il centrodestra ha perso per tre volte consecutive il Comune capoluogo e per due volte la guida della Regione. Non si può più far finta di niente”.

LO STRAPPO/ Comunali, Cea: “Qualcuno dovrà dimettersi”/ La Diretta dello Spoglio/ Di Paola: “Resto in Consiglio”

Il testo della missiva sembra rivolto in toto agli ex compagni di strada, alle prese con la fitta corrispondenza sull’asse Bari – Roma per sbrogliare la matassa delle Regionali: “Basta con un dirigenza distante dalle esigenze dei territori”, rinforza Cea, all’indomani del tavolo che avrebbe accordato ad un altro ex fittiano come Andrea Caroppo la guida della pattuglia Ncd in Provincia di Lecce. E nello stesso giorno in cui - da Chianciano - anche lo scudocrociato vara la Costituente centrista e - da Bruxelles - il partito conferma da Bruxelles l’adesione al PPE: “Adesso siamo a casa, più forti e nella più grande famiglia europea”, commenta il sottosegretario al Lavoro. Se è per questo, nel Tacco è planata pure Beatrice Lorenzin, sbarcata  a Bari per inaugurare un centro Lilt al fianco di Francesco Schittulli. Peraltro, a stretto giro dal premier Renzi, planato per inaugurare la Fiera del Levante ma destinato a fare una capatina in quel di Monopoli per sondare ulteriormente l’imprenditore Vito Pertosa, già dettosi indisponibile a sfidare Michele Emiliano alle primarie del centrosinistra.

Regionali/ Ncd e FI vicini all’accordo, Primarie più lontane/ Marmo alle primarie incerte del cdx/ Schiaffo a Fitto e Toti archivia i gazebo

Qualunque dovesse essere l’ordine di scuderia in arrivo dalla Capitale, nella squadra di Cassano e Ferrarese serrano i ranghi e già martedì è prevista una riunione cittadina nel capoluogo. La new entry Cea assicura di non voler polemizzare con il partito nel quale ha militato per 20 anni ma ne approfitta per togliersi ugualmente qualche sassolino dalle scarpe: “Interverranno tutti, e sottolineo tutti, perchè vogliamo essere presenti in ogni angolo delle nostre città mettendo definitivamente in archivio quella pessima abitudine, che non appartiene al Nuovo centrodestra, di mollare per strada uomini e donne che invece possono fare la differenza e riportare il centrodestra alle vittorie elettorali e al buon Governo”. A buon intenditor…

 

(a.bucci1@libero.it)

 

Tags:
ceancddirigenzadisabile como
i blog di affari
Separazione, padre assente da 20 anni: così i figli possono chiedere i danni
di Avv. Violante Di Falco *
Covid, per il siero benedetto denunciano i genitori. Così invocano la libertà
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il Vaticano s'è svegliato. Ddl Zan figlio del nuovo ordine rifiuta i dissensi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.